La chianocchina Tiziana Angilletta tra i finalisti del concorso letterario Giovane Holden In Toscana tra i migliori scrittori emergenti italiani

Tiziana AngillettaTiziana Angilletta

 

di SILVIA BELLET

CHIANOCCO – Parole che lasciano senza fiato e personaggi in cui ci si immedesima sono le caratteristiche dei testi premiati dal concorso letterario nazionale Giovane Holden. Sei le categorie, 1509 i partecipanti alla decima edizione che quest’anno, solo nella categoria del romanzo inedito ha avuto 463 iscritti. Tra questi ultimi, la chianocchina Tiziana Angilletta che con il suo “Ernesto e Bondìo” si è meritata un posto tra i finalisti. Una passione intensa quella di Tiziana. Passione per la scrittura e passione per la Valle, che si sono concretizzate in un testo che racchiude appieno le qualità che un buon romanzo deve avere secondo i criteri del Giovane Holden, protagonista dell’omonimo libro dello scrittore statunitense J.D. Salinger a cui il concorso letterario è intitolato. Nel romanzo di Tiziana la gallina Cica e un mondo fatto di nostalgia per le piccole grandi cose, con una minaccia che incombe proprio dietro l’angolo, portano il lettore a riflettere sui rapporti umani e sul modo di vivere del giorno d’oggi. Ernesto è stato costretto ad abbandonare la sua borgata natia, Bondìo diventerà, con tutta l’umanità che lo contraddistingue, suo inseparabile amico. Un romanzo che tocca nel profondo e che rapisce il lettore fin dalle prime righe. Un ottimo risultato per la prima opera della chianocchina Tiziana che il 24 settembre sarà presente a Lucca per assistere alla proclamazione del vincitore. “Non mi aspettavo questo risultato – commenta a caldo Tiziana – però sono molto soddisfatta. Spero naturalmente di vincere anche se non sarà facile, in ogni caso il fatto di essere tra i finalisti mi fa molto piacere. Finora avevo scritto racconti, questa è la mia prima opera di più ampio respiro”. Dunque anche la Valle di Susa sarà presente in Toscana tra i migliori scrittori emergenti italiani. La Valle di Susa con i suoi problemi e con il suo cuore radicato alle montagne da cui non ci si vuole separare e che saranno lì, a Lucca, per sostenere Tiziana nel suo primo appuntamento ufficiale da scrittrice.