“La Città Metropolitana potrebbe diventare un doppione” Intervista a Daniela Ruffino

ruffino-citta

TORINO – Si avvicina il giorno delle elezioni della Città Metropolitana che potrebbe diventare un “doppione” del consiglio comunale di Torino. Esprime il suo pensiero Daniela Ruffino, già sindaco di Giaveno e adesso Vicepresidente del Consiglio Regionale.

Pur con le grosse perplessità che ho rappresentato in ogni sede su questa scelta, oggi la vita metropolitana deve funzionare bene, meglio di prima. La sua ragion d’essere sta soprattutto nella necessità di collegare sempre più il capoluogo ai tanti comuni che lo circondano, attraverso azioni di governo e progetti utili allo sviluppo di un territorio dalle notevoli potenzialità come il nostro”.

C’è un problema legato agli amministratori?

Sono convinta che una gestione efficace delle funzioni e delle competenze di questa “Grande Torino” unita alle comunità circostanti, possa dare risposte importanti ai cittadini, solo se affidata a validi amministratori“.

Tu quale lista appoggi?

La lista “Per il territorio” perchè vede al suo interno gli amministratori dei piccoli e medi comuni, ad indicare la assoluta necessità di attenzioni nei confronti territori in questi mesi totalmente abbandonati“.

E’ una critica all’amministrazione torinese?

E’ ora di dire basta all’immobilismo: la nostra idea politica punta sul rilancio del territorio e sulla reale volontà di risolvere i problemi. perché non basta lamentarsi che le cose non funzionano“.

Perchè i rappresentanti dei comuni dovrebbero votarla?

La lista è’ composta da amministratori che rappresentano la risposta alle necessità di un’area alle prese con la crisi occupazionale, le risorse per gli enti locali ridotte al lumicino, problematiche dell’ambiente e delle infrastrutture, scuole abbandonate a se stesse. Diamo fiducia e sostegno: abbiamo bisogno dell’ esperienza dei nostri amministratori per rilanciare questo territorio e renderlo più forte, più unito, più competitivo“.