La Conferenza Alte Valli pensa al lavoro futuro Beria: "La programmazione transfrontaliera ALCOTRA 2014­-2020"

Sestriere fioreSestriere fiore

 

PINEROLO – Venerdì 8 aprile si sono riuniti presso la sala giunta del Comune di Pinerolo i rappresentanti dei territori italiani aderenti alla Associazione della Conferenza delle Alte Valli – C.H.A.V. costituita nel 2007 per dare operatività alla cooperazione transfrontaliera, iniziata negli anni ’90 con gli strumenti e i finanziamenti messi a disposizione dell’Unione Europea. Completato il processo di trasformazione degli enti locali, fanno oggi parte della CHAV, per il versante italiano, le Unioni Montane Alta Valle Susa, Valle Susa, Comuni Olimpici Via Lattea, Val Sangone, Valli Chisone e Germanasca, del Pinerolese nonché il Comune di Pinerolo. Per la parte Francese le Communautés de Communes du Brianconnas, Pays des Ecrins, Guillestrois, Queyras ed il Syndicat du Pays de Maurienne. Nell’incontro di Pinerolo, coordinato dai referenti per la parte italiana Maurizio Beria (Sindaco di Sauze di Cesana e rappresentante all’interno della CHAV dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea) ed Ermanno Marocco (Sindaco di Rorà e rappresentante dell’Unione Montana del Pinerolese), si sono definite strategia e metodo di lavoro per la elaborazione di un Piano Territoriale Transfrontaliero, ai sensi della programmazione ALCOTRA 2014­2020, che potrà essere sostenuto dalla Città Metropolitana all’apertura dei bandi nel prossimo autunno. Si sono inoltre concordate le linee di indirizzo progettuale, coerenti con gli assi prioritari stabiliti dal Programma, da presentare e condividere con i partner francesi nell’incontro che si terrà ad Oulx ai primi di maggio.