La Croce Rossa di Susa in aiuto delle zone terremotate Il Comitato di Susa è presente con i suoi volontari ed ha inviato a Norcia una roulotte per una persona in difficoltà

susa-croce-rossa-roulotte

SUSA –  La Croce Rossa di Susa è attiva e presente nelle zone del centro Italia colpite dal terremoto. Il Comitato CRI di Susa, nell’ambito delle attività di risposta all’emergenza coordinate dalla Sala Operativa Nazionale della CRI, ha messo a disposizione una roulotte abitativa destinata ad una persona gravemente malata residente in frazione Savelli di Norcia.
La nuova soluzione abitativa temporanea consentirà a questa persona di soggiornare in modo più confortevole durante le prossime settimane, in attesa di una sistemazione a lungo termine messa in campo dal sistema di Protezione Civile. La roulotte, dotata di coperte, materiale di consumo e beni di prima necessità, è arrivata sul posto sabato 19 novembre. Sempre nel fine settimana si è svolto il cambio turno che ha consentito il rientro di tre volontari che hanno operato nelle cucine campali CRI di Sarnano (MC) e l’invio sul posto di 4 nuovi volontari che si sono divisi tra i Campi CRI di Monti Sibillini e di Visso.

In seguito alle violente scosse di terremoto che hanno nuovamente colpito il Centro Italia, oggi Croce Rossa Italiana è attiva in tutta l’area interessata con circa 400 tra volontari e operatori provenienti da numerosi comitati, sotto il costante monitoraggio e coordinamento della Sala Operativa Nazionale e delle Sale Operative Regionali di Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo. Circa 80 i mezzi impiegati, tra cui ambulanze, autovetture, fuoristrada e camion.
Assistenza alla popolazione, censimento, gestione dell’accoglienza, preparazione e distribuzione pasti, interventi di carattere sanitario, supporto psicologico: sono solo alcune delle attività attualmente garantite da Croce Rossa in supporto delle migliaia di persone rimaste senza casa dopo l’impressionante sequenza di eventi sismici.