La “Fly Music Art” spiega le ali e fa volare musica e progetti

RIVALTA – Un rivaltese in trasferta a Borgaro, con l’intento di coinvolgere famiglia e amici, conoscenti e professionisti, scuole e associazioni. Riccardo Di Anna ha 29 anni e ha dato vita a un progetto nel quale la neonata Associazione Culturale Ricreativa “Fly Music Art” strizza l’occhio alla musica  ma non solo. “L’idea è nata da una tesi di laurea nella quale la relatrice ha dimostrato come la musica possa aiutare i piccoli con difficoltà diverse. – spiega adesso il giovane rivaltese – La nostra idea è quindi rivolgersi all’intera collettività, ma anche ai giovanissimi, dai 6 ai 12 anni, ai quali possa giovare la musicoterapia”. Riccardo parla al plurale perché l’idea è stata da subito “adottata” dalla famiglia, in primis dal papà Giuseppe che, cantautore, ha colto l’occasione per realizzare la passione di sempre, subito seguito dalla mamma Susanna che, artista affermata, ha fatto proprio il settore comunicazione, e dallo zio Piergiorgio impegnato a curare l’immagine nella nuova Associazione. “Abbiamo scelto Borgaro perché, mentre a Rivalta ci sono le belle occasioni di far musica offerte dal Centro Giovani e da L’Iniziativa Musicale, nel Canavese non sembra esistano realtà simili a ciò che intendiamo realizzare. – dice ancora il giovane imprenditore –  Con l’inaugurazione di sabato prossimo, 28 maggio, intendiamo farci conoscere e poi, col tempo, crescere e offrire ogni giorno della settimana una nuova proposta”. Infatti, se nelle intenzioni di Riccardo il lunedì sarà dedicato alla proiezione di film per famiglie, il martedì ospiterà un’accademia di ballo e il mercoledì diventerà la serata “jolly” con musica e giochi da tavolo. Una serata happy hour è stata invece pensata per il giovedì mentre il venerdì porterà in pista per balli da discoteca anche i ragazzi ancora minorenni che potranno entrare previo consenso scritto dei genitori. I concerti live del sabato e l’apericena seguito dal karaoke della domenica concluderanno la settimana durante la quale Riccardo spera di offrire sempre un evento a cui gli spettatori potranno partecipare anche come protagonisti ed essere, chissà, nuovi talenti da scoprire. Nel frattempo, gli amici di sempre ritirano e distribuiscono volantini e, preparandosi a far vivere i 450 metri quadrati sede dell’associazione, regalano tempo e idee, musica e brani, bravura e simpatia per continuare a divertirsi tutti insieme con un progetto che prevede anche la realizzazione di una sala concerti e una di incisione, una nuova etichetta musicale, una accademia in cui praticare  i diversi tipi di canto, corsi di strumenti e di utilizzo dei programmi informatici impiegati per creare musica. Al di là dell’offrire divertimento e condivisione, e occasioni di interazione con i piccoli in difficoltà,  Riccardo Di Anna intende muoversi anche nel sociale, mettendosi a disposizione di realtà come Emergency che vogliano organizzare eventi avendo a disposizione un locale a uso gratuito. Così, con tante idee e molte speranze, sabato prossimo dalle ore 16 la Fly Music Art aprirà i battenti per “vecchi” e nuovi amici, che potranno ascoltare  musica oppure “farla”, portandosi appresso il proprio strumento e salendo sul palco senza timori ma con il desiderio di stare insieme.