La giavenese Carlotta Regine vola in Canada La giovane giocatrice di hockey parteciperà al torneo Pee Wee

Carlotta Regine, giocatrice giavenese di hockey, entra in campoCarlotta Regine, giocatrice giavenese di hockey, entra in campo

GIAVENO – Partirà questo giovedì, 8 febbraio, per il Canada la giavenese Carlotta Regine, 13 anni, impegnata nell’hockey su ghiaccio dal quinto anno di età. Attraverserà l’Atlantico per partecipare con una squadra mista di giocatori talentuosi selezionati dall’hockey club Gladiators di Aosta al torneo Pee Wee nella città di Quebec. La gara è tra le più prestigiose al mondo nel settore dell’hockey giovanile e vanta ben 50 anni di storia alle spalle.

Sarà una bella emozione per Carlotta – commenta la mamma Paolain Italia l’hockey non è uno sport molto praticato, quando i ragazzi fanno le gare si ritrovano in palazzetti con un pubblico di 30 o 40 persone, per la maggior parte genitori e amici! Mentre in Canada avrà migliaia di spettatori!”.

Carlotta Regine giovane promessa giavenese dell'hockey

Carlotta Regine giovane promessa giavenese dell’hockey

Carlotta si è avvicinata all’hockey sulla scorta del fratello, entrando nell’Hockey Club Pinerolo. Vi ha giocato per 5 anni per poi passare all’H.C. Torino Bulls. Pur non essendo uno sport molto diffuso, le squadre italiane sono organizzate in un campionato. I riferimenti però restano  negli Stati Uniti e in Canada: infatti Carlotta è tifosa dei New York Rangers.

Vorrei ringraziare tutti i miei allenatori: Dino Grossi, Dusan Sidor, Zdenek Kudrna , Mirko Bianchi, Andrea Tovo, Federico Pratesi e Renato Vaccarino – le parole di Carlotta a pochi giorni dalla partenza – ma in particolar modo i miei genitori che mi hanno permesso di essere in condizioni di partecipare a questo torneo. Grazie anche mio fratello che mi ha fatto conoscere l’hockey su ghiaccio”.

Nel corso della sua giovane carriera sportiva Carlotta ha già sostenuto delle trasferte, ma questa sarà anche il suo primo viaggio così lontano soltanto in compagnia della squadra. I genitori non la potranno accompagnare, ma “il nostro cuore sarà con lei” racconta la mamma. Buon viaggio e buona fortuna!