La “Moncenisio” è della Magnetto, garantiti tutti i lavoratori Successo per la rappresentanza sindacale

Lo stabilimento industriale di CondoveLo stabilimento industriale di Condove

CONDOVE – In casa “Moncensio” è arrivata la conferma tanto attesa: la fonderia Lucchini, ex Vertek, è ufficialmente del gruppo Magnetto. Dopo anni incertezze, che hanno pesato enormemente sui salariati, finalmente si vede un futuro sicuro per lo stabilimento condovese. L’RSU della Fiom-Cgil Mario Circhirillo, può finalmente fare una dichiarazione in positivo: “Il contratto preliminare di vendita è un atto positivo ma la strada burocratica è ancora lunga”. Il progetto preliminare degli acquirenti prevede che per gli addetti di Condove ci siano due anni di cassa integrazione straordinaria. “Siamo ottimisti ma per la conferma del mantenimento di tutti i posti di lavoro e degli attuali livelli retributivi, si sta lavorando per un piano di rientro dalla cassa integrazione con tempi certi e veloci” conferma il sindacalista. Così in tempi non lunghi la sirena della fabbrica tornerà a suonare scandendo i turni e l’incubo della chisura passà alla storia come uno dei momenti più difficili della centenaria storia dell’impianto indistriale. Oggi è decisamente il momento di dare una pacca sulla spalla ai rappresentanti sindacali che non hanno mai abbassato la guardia, mettendo sempre al centro della loro azione, il lavoro e il rispetto dei lavoratori.