La mostra sul Rivoli Calcio ha chiuso, un successo di pubblico

(foto Bruna Bertolo)(foto Bruna Bertolo)

RIVOLI – Si è chiusa oggi, alla Casa del Conte Verde, la mostra “90 anni di calcio a Rivoli”, curata da Bruna Bertolo, Alberto Farina e Filippo D’Amico. Un pezzo di storia della città che è stato molto apprezzato, con un buon numero di visitatori. Alcuni momenti emozionanti: come la presenza del fratello di Giuseppe Vavassori, storico portiere della Juve nato a Rivoli, che terminò la sua carriera nel Bologna. Ma anche tanti ricordi di molti che sono cresciuti in quei campi di calcio un po’ alla buona, creando amicizie salde. Scrive la Bertolo: “Non tutti sono diventati campioni, ma il calcio è servito anche a far sì che i nuovi rivolesi, che arrivarono ad esempio dal Polesine o dal Sud durante il periodo dell’immigrazione, trovassero proprio attraverso il calcio una importante linea di accoglienza e di amicizia. E poi don Luigi Ghilardi, uno scudetto vinto nel 42 con la Roma, capace di dare vita ad un grande sodalizio sportivo, come l’U.S San Martino che opera nella città da 50 anni”. Gli orgnaizzatori vogliono ringraziare quanti hanno reso possibile la mostra con materiale e informazioni.