La poltrona di Ezio Sada traballa Con le nuove nomine dell’Unione dei Comuni potrebbe esserci un altro presidente

Il presidente della vecchia e nuova Unione, il sindaco di Trana Ezio SadaIl presidente della vecchia e nuova Unione, il sindaco di Trana Ezio Sada

GIAVENO – Novità politiche nell’Unione dei Comuni della Valsangone. Con la nomina dei nuovi rappresentanti nell’unione da parte dei comuni di Giaveno, Coazze, Valgioie, Trana, Sangano e l’ingresso della novità Reano, gli equilibri potrebbero cambiare. Una prima importante valutazione da fare è il nome del presidente; rimarrà Ezio Sada sindaco di Trana o la poltrona sarà occupata da un altro presidente? Nell’ambiente la voce porterebbe ad un forte interessamento dell’amministrazione di Coazze e di una proposta lanciata dal palazzo di Giaveno.  Giacone  e’ oggi vicepresidente, in alcune riunioni si mormora di un cambio di testimone. Di certo c’è solo che sarà complessa la gestione della Valsangone che fatica davvero a parlare con una sola voce e a mantenere l’unità di intenti che aveva nel passato. Bisogna, in questo momento, anche valutare con l’ingresso di Reano e quali voti potrebbero confluire ad un candidato nuovo. Al momento solo voci, che dai corridoi dei palazzi hanno però già investito l’interesse della piazza. Quando i tasselli saranno al loro posto, dopo i consigli comunali nei sette comuni, si avrà un quadro d’insieme più chiaro e si potrà avanza un’ipotesi sul futuro dell’Unione, presidente compreso.