La Regione Piemonte attiva un bando da 12 milioni di euro per valorizzare la rete escursionistica Dal PSR 2014-2020 le risorse per realizzare itinerari cicloturistici, infrastrutture per l'arrampicata, rifugi, ostelli, bivacchi e punti informativi

Il Rifugio Capanna Mautino presso il Lago Nero a Cesana T.se (Foto M.Cicchelli)Il Rifugio Capanna Mautino presso il Lago Nero a Cesana T.se (Foto M.Cicchelli)

TORINO –  Un bando da 12 milioni di euro per investimenti volti a migliorare e creare itinerari cicloturistici, escursionistici e infrastrutture per l’arrampicata sportiva, a riqualificare rifugi, ostelli e bivacchi e incentivare l’informazione turistica locale nelle aree rurali montane e collinari del Piemonte. E’ quanto sarà attivato nei prossimi giorni dalla Regione e deliberato  nella prima  Giunta di febbraio dalla Regione. Le risorse sono messe a disposizione dalla sottomisura del P.S.R. 2014-2010 (Piano di sviluppo rurale) sulle infrastrutture turistico-ricreative e l’informazione turistica.

Sono Previsti contributi per realizzare itinerari cicloturistici, infrastrutture per l’arrampicata, rifugi, ostelli, bivacchi e punti informativi. Per l’Assessore a Montagns e Ambiente, Alberto Valmaggia: “I nostri obiettivi sono: diversificare l’offerta, conservare il paesaggio, promuovere le tipicità locali e creare opportunità di lavoro”. L’operazione sostiene investimenti di miglioramento delle infrastrutture turistiche e ricreative su piccola scala e il potenziamento della relativa informazione turistica a supporto della fruizione outdoor, in forma coordinata tra livello locale e regionale.
“Gli obiettivi dell’iniziativa sono quelli di diversificare e destagionalizzare l’offerta, conservare il paesaggio, promuovere le tipicità locali attraverso il contatto diretto con i turisti e favorire la creazione di opportunità occupazionali nelle zone rurali” .
Il bando, di cui saranno presto diffusi i termini per la partecipazione, è rivolto in via prioritaria agli enti locali, per finanziare interventi nell’ambito della rete del patrimonio escursionistico regionale. È prevista la concessione di aiuti finanziari per investimenti connessi alla creazione e al miglioramento di itinerari cicloturistici, escursionistici estivi e in ambiente innevato, infrastrutture per l’arrampicata sportiva e attività ricreative.
Sono previsti, inoltre, aiuti per la riqualificazione di piccole strutture ricettive quali rifugi, ostelli e bivacchi, strutture al servizio dell’ospitalità diffusa e per migliorare l’informazione turistica locale in forma coordinata con il sistema informativo regionale.
Il bando — interamento coperto  dal finanziamento – sarà seguito dalla Direzione regionale Opere pubbliche e dei 12 milioni di euro previsti per il bando, 5.174.400 sono a carico del FEASR (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale), 4.777.920 a carico del fondo di rotazione dello Stato e 2.047.680 euro a carico della Regione Piemonte.