La Sadem garantirà il passaggio di due corse di autobus a Sauze di Cesana anche nel periodo invernale il Sindaco Beria: "Un altro risultato dellla capacità di far squadra dell'Unione Comuni Olimpici Via Lattea"

(Foto Marco Cicchelli)(Foto Marco Cicchelli)

SAUZE DI CESANA – Sauze di Cesana non sarà più isolata dai bus di linea della Sadem durante la stagione invernale. Questo grazie all’impegno del Sindaco Maurizio Beria d’Argentine che ha chiesto ed ottenuto dalla Città Metropolitana di Torino e dalla Sadem, previo il benestare dei Comuni di Sestriere e Cesana  lo spostamento di due corse feriali lungo la SP 215 anziché sulla ex Statlae m ora SSR23 Cesana-Sestriere.

In pratica dal 17 ottobre la corsa Sadem in partenza alle ore 9.30 da Sestriere arriverà a Oulx sempre alle ore 10.15 ma passerà lungo la SP215 – via Grange Sises, Sauze di Cesana – Rollieres- Bousson – Cesana, anziché transitare sulla SSR 23, scendendo verso Champlas du Col.

Allo stesso modo anche la corsa di ritorno da Oulx con partenza alle 11.45 raggiungerà Sestriere alle 12.30, transitando sempre per Sauze di Cesana via Bousson.

“Facendo squadra come Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea – spiega Maurizio Beria – e grazie all’interessamento della Città Metropolitana e della Sadem, siamo riusciti ad ottenere un risultato prezioso che consente di garantire un collegamento più adeguato alle esigenze della popolazione residente a Sauze di Cesana e frazioni. Infatti, se nella stagione estiva le corse dei bus di linea Sadem lungo la tratta Sestriere-Oulx sono equamente suddivise sulla Sp 215 e sulla SSR 23, durante l’inverno nessun bus di linea transitava da Sauze di Cesana. Adesso, dal 17 ottobre, siamo riusciti ad ottenere due corse feriali (una di andata e una di ritorno) anche durante l’inverno. Questo consente alla popolazione di poter usufruire di un servizio di trasporto pubblico verso Cesana (sede dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea) dove sono attivi diversi sportelli amministrativi dell’Unione nonché servizi essenziali come ad esempio, le poste, servizi medici, farmacia, senza poi dimenticare il collegamento alla stazione ferroviaria di Oulx. Come amministrazione comunale ci siamo fatti carico delle spese, tutto sommato limitate, che comporta la variazione di percorso in termini di chilometraggio”.