La Shoah recitata dai ragazzi delle Medie di Condove Ottimo spettacolo tra dramma e storia

spettacolo memoria 030

CONDOVE- “Non ricordavamo più chi eravamo prima” questa frase recitata da una studentessa è l’essenza dello spettacolo “Brandelli della nostra anima”.  Nel salone Frassati alla presenza del dirigente scolastico Cristina Cerruti, di monsignor Claudio Iovine i ragazzi della classe terza A del Re ha messo in scena un dramma in occasione della Giornata della Memoria. Un lungo lavoro di ricerca espresso in recitazione ha racchiuso i sentimenti dei ragazzi che, dopo il viaggio ai campi di concentramento, si sono interrogati sul grande crimine messo in atto dai tedeschi. Ottimi i tempi scenici, la prosa, gli effetti visivi e scenografici in un insieme coinvolgente. Mentre la recitazione aveva finito la sua parte è entrata in scena la realtà con le parole di Ottavio Allasio deportato dalla sua Bussoleno a 14 anni verso un campo di prigionia. Ha chiuso la serata l’assessore alla cultura Chiara Bonavero, presente in sala anche Andrea Tabone, che ha ringraziato i professori e i ragazzi per il grande lavoro proposto e ha donato ad Allasio una pergamena di riconoscenza donata dai comuni di Condove, Caprie, Chiusa San Michele e dall’ANPI di Condove-Caprie.