La Toma conquista Condove Un successo la Fiera

La premiazioneLa premiazione

CONDOVE. Sono stati migliaia, secondo le stime dell’Associazione Pro Loco che ha gestito l’enorme flusso di visitatori, a partecipare alla Fiera a Condove. Lo spettacolo consueto della fiumana per le vie del paese si è ripetuto anche quest’anno. Curiosi, fans della toma e cultori delle “buone” cose hanno animato dalla mattinata del sabato alla sera della domenica le vie del paese. Sguardi attenti alle bancarelle, borse pronte per contenere le golosità valsusine, passo rapito con fermate e arresti di fronte ai banche scelti, ecco come si è mosso il visitatore della Fiera. Poi c’era la categoria dei curiosi, tanti che oltre al gusto pensano anche alla vista. Per le vie poi chine, oggetti intagliati e piccoli manufatti artigianali, campanacci hanno fatto da contorno e per molti sono stati una piacevole sorpresa. Lo “struscio” sembrava non arrestarsi mai da Piazza Martiri a Via Battisti su in Viale Bauchiero e giù in Via Torino con l’unico obbiettivo di godersi una bella passeggiata e tanti acquisti a Condove. Il “Toma-pass” felice intuizione di vendita ha avuto un picco di utilizzatori con tantissimi tagliandi. La 26ª edizione della Fiera si è conclusa, come da tradizione con le premiazioni. Sul palco delle autorità sono saliti per i saluti istituzionali con sindaci di Condove, Caprie, Chiusa san Michele e Borgone e i segretari locali della Coldiretti. Le premiazioni sono cominciate con quelle del concorso dei balconi e giardini fioriti poi quella sui formaggi. Ecco i responsi. Per i formaggi caprini al terzo posto si è classificato Giuseppe Berton, al secondo posto Amelio Listello e ha vinto il primo premio Ezio Delfino. Nella categoria formaggi vaccini al terzo posto è stato premiato Amelio Listello al secondo Cibrario e al primo Manuel Giovale. All’azienda “Le Corbousier” è andato il premio come miglior banco d’esposizione. Come l’anno corso c’è stata l’assegnazione del premio Toma Pass che ha visto un nutrito gruppo di partecipanti, ha vinto Demeter Miai. Gli incredibili lavori di punta e cesello nel formaggio degli intagliatori di Chiomonte hanno concluso la manifestazione. Tra gli ospiti della Fiera, armati di formaggi locali, e coreografie a tema quest’anno c’erano anche i francesi della Moriana. L’edizione numero 27 è già dietro l’angolo, giusto il tempo di consumare la Toma di quest’anno.