L’ASL TO3 in prima linea alla Coppa del Mondo di Sci

sestriere asl coppa-sci

SESTRIERE – In occasione delle giornate dedicate alla Coppa del Mondo di Sci un’attività di assistenza sanitaria coordinata e potenziata approntata dall’ASLTO3. “Forti della esperienza maturata 10 anni, fa, sulle stesse piste, in occasione del celebre evento olimpico di Torino2006, l’ASLTO3 ha potuto così mettere in campo tutto il suo know-how, partendo proprio dal potenziamento dei due Ospedali di riferimento per l’area di Sestriere (l’Ospedale Agnelli di Pinerolo e l’Ospedale Civile di Susa) per quanto attiene sia le risorse deputate all’emergenza-urgenza, sia specifici percorsi/piani in caso di eventuale maxi-afflusso di pazienti. Contemporaneamente sono state potenziate le attività di continuità assistenziale (ex guardia medica e guardia turistica) ed infine è stata predisposta una postazione sanitaria con una tensostruttura dedicata sita direttamente al parterre della gara della Coppa del Mondo di sci, in modo tale da poter essere in prima linea e, quindi, immediatamente accessibile da parte dei circa 20.000 spettatori che hanno presenziato. Tutte le attività sanitarie messe in campo, sono state realizzate in sinergia ed in stretto coordinamento con la rete territoriale del 118 ed il soccorso sanitario presente sulle piste da sci“: spiegano con un comunicato stampa dall’ASLTO3. La presenza dell’ASLTO3 ha avuto una doppia valenza: integrazione con la rete 118 e soccorso piste a favore degli atleti e sportivi da un lato, e postazione sanitaria a fondo piste dall’altro, a disposizione per i numerosissimi spettatori e gestita da un anestesista e due infermieri esperti nell’area dell’urgenza-emergenza, a cui poter garantire tutte le emergenze di base e stabilizzazione per eventuali trasporti negli ospedali di riferimento. “Proprio tale postazione è stata, soprattutto nella giornata di sabato, presa d’assalto da numerosi utenti, in prevalenza a seguito di traumi da caduta, ferite lacero-contuse, oltre ad episodi di più lieve entità (sindrome influenzale, epistassi, algie…). Il personale ha lavorato con grande professionalità, gestendo i pazienti e predisponendo, in casi selezionati, il trasferimento presso l’Ospedale di Pinerolo e di Susa per ulteriori accertamenti (strumentali e specialistici). Anche un’atleta canadese, sabato mattina, è stata oggetto delle cure dei sanitari della tensostruttura. Un risultato senza dubbio positivo, dettato non solo dal potenziamento e coordinamento delle attività sanitarie come detto, ma anche dalla grande professionalità degli operatori coinvolti che con passione sabauda hanno, anche nell’occasione della Coppa del Mondo di Sci, saputo affrontare il tema dell’emergenza sanitaria a testa alta“: continuano dall’ASLTO3.
Abbiamo dato il nostro contributo sanitario a Sestriere come ASLTO3 per sostenere il sistema neve – sottolinea il Dr. Flavio Boraso, Direttore Generale dell’ASLTO3 –  l’occasione della Coppa del Mondo era un evento di portata internazionale che doveva avere la garanzia di un sistema sanitario perfettamente presente e rodato, ed è quello che, con grande soddisfazione di tutti gli operatori presenti, sanitari e non, si è potuto fattivamente concretizzare“.