L’Avigliana Basket organizza una serata con i richiedenti asilo La società ha voluto realizzare un mini-torneo giovedì sera

Ad Avigliana giovedì 23 febbraio presso la palestra della scuola Anna Frank si è svolta una serata all’insegna del basket che ha visto come protagonisti i ragazzi del progetto Micro Accoglienza Diffusa in Valsusa. I giocatori della squadra seniores CSI dell’Avigliana Basket hanno raccolto materiale sportivo e magliette da regalare ai ragazzi richiedenti asilo che partecipano alle attività di Sport Migrante: dopo avere sorteggiato 5 squadre si è svolto un mini-torneo con tempi da 10 minuti. Le partitelle in amicizia sono state l’occasione per far incontrare i ragazzi e consegnare il materiale che l’Avigliana aveva precedentemente raccolto.

Sport migrante

Spiega il responsabile della comunicazione del progetto MAD (Micro Accoglienza Diffusa) e coordinatore di “Sport Migrante”, Francesco Calabrò: “La nostra iniziativa prevede dei corsi di basket e pallavolo aperti a tutti, ovviamente anche ai richiedenti asilo. Le attività si svolgono in palestra ad Avigliana il mercoledì dalle 15.30 alle 17.00 per quanto riguarda la pallacanestro e dalle 21.00 alle 22.30 per il volley– per poi aggingere- con il basket siamo presenti anche a Mattie il martedì dalle 17.00 alle 18.30, a breve inoltre il progetto dovrebbe partire anche il lunedì dalle 16.30 alle 18.00 a Vaie“.

Avigliana Basket, la soddisfazione della società

“L’Avigliana Basket tiene a ringraziare tutti quelli che hanno partecipato alla serata. In particolar modo a Francesco Calabrò che, con il suo lavoro, ha permesso di trascorrere una serata in amicizia e divertimento. Un grazie speciale va a tutti quelli che hanno partecipato aiutandoci a sostenere il progetto  di Sport Migrante. Grazie allo sport si possono realizare delle iniziative importanti che aiutano chi si trova in un momento di difficoltà a non pensarci almeno per una serata”.