Le opere di Vinicio Perugia in mostra a Condove Valter Vesco: "Una grandissima esposizione che da lustro alla nostra attività"

condove-perugia

CONDOVE – Il pittore Vinicio Perugia, originario di Fabriano nelle Marche ma aviglianese ormai da decenni, è ospite a Condove con la mostra “Gli occhi del bosco” nella splendida cornice della chiesa di San Rocco. Sabato 1° ottobre si è svolto per l’inagurazione il concerto del coro “Le voci dei Mareschi”. Undici anni passati come una folata di vento Valsusino. Fu nel 2005 la mia precedente mostra nella Chiesa di San Rocco, dal titolo ‘I mangiatori di formaggi” – dice il pittore – “E proprio con quello stesso dipinto si aprirà la mia nuova personale. Chi visitò quella mostra scoprirà che la mia pittura non è molto cambiata, ma il titolo di questa sì: ‘Gli occhi del bosco’ vuole essere un omaggio ai boschi, non solo a quelli della Valle di Susa. Essi ci guardano e con i loro occhi ci giudicano. E noi piccoli uomini ambiziosi, prepotenti, non siamo innocenti! L’idea del titolo mi è nata dallo sguardo di un albero sradicato, come un guerriero abbattuto, che ho incontrato sulla strada che porta dal colle Braida, sopra la Sacra di San Michele, al Folatone, borgata sopra Sant’Antonino. L’ho visto mentre cercavo idee per i miei dipinti, mi ha molto colpito la sua potenza, nonostante fosse sdraiato. Mi guardava con il suo occhio di corteccia, maestoso come una megattera spiaggiata. Mi sono avvicinato, l’ho toccato, l’ho dipinto. Chi vuole può andarlo a cercare, ma dovrà rispettarlo, lasciarlo lì, in pace. Il suo tronco sta già regalando nuove vite!”. Oltre alle giornate di Fiera della Toma, la mostra sarà allestita e comunque visitabile dall’1° al 30 ottobre, nei feriali con orario 16-19, sabato e festivi 10-12 / 16-19.