L’ex Provincia mette a gara la riqualificazione dell’illuminazione pubblica di Bussoleno e Rivalta La gara interessa 6 Comuni. Si cerca una Energy Service Company per efficentare gli impianti attuali

illuminazione-pubblica-a-led

TORINO – La Città Metropolitana di Torino ha aperto un  bando di gara per riqualificare l’illuminazione pubblica in sei Comuni dell’area metropolitana: obiettivo riqualificare dal punto di vista energetico gli impianti di illuminazione pubblica nei Comuni di Azeglio, Baldissero, Bibiana, Bussoleno, Pecetto Torinese e Rivalta Torinese.  Obiettivo della gara è selezionare una Energy Service Company – le cosiddette Esco – cui assegnare il progetto della riqualificazione e poi la gestione degli impianti di illuminazione per 13 anni.

Sono interessati dall’intervento 3.075 punti luce in totale per un investimento complessivo a base di gara di circa due milioni di euro. Il bando, che comprende anche la manutenzione ordinaria e straordinaria, è il secondo a essere lanciato nell’ambito del Progetto europeo “2020Together” sul programma Cip-Intelligent Energy for Europe / Mobilizing Local Energy Investments). La scadenza per la presentazione delle offerte è il 5 aprile 2017.

L’Ente sovracomunale  è partner di questo progetto il cui capofila è la Regione Piemonte. 2020Together ha come obiettivo principale “l’attivazione di interventi di riqualificazione energetica degli edifici e delle linee di illuminazione pubblica mediante il finanziamento tramite terzi delle Energy Service Company” e prevede quali risultati attesi, l’attivazione di 9,4 milioni di euro  di investimenti con una riduzione attesa di 4.362 tonnellate di emissioni di CO2, il risparmio di 1.796 tonnellate di petrolio equivalenti di energia, la produzione di 103 sempre di tep da  energie rinnovabili.

Come già per la  prima gara, dedicata alla riqualificazione energetica di edifici e aggiudicata con successo nel 2016 alla Bosch Energy and Building Solutions Italy srl, la modalità di finanziamento è innovativa. Grazie a una partnership tra amministrazioni pubbliche e investitori  privati, questi ultimi realizzano gli interventi di riqualificazione energetica a proprie spese e vengono remunerati nel corso degli anni in funzione del risparmio energetico effettivamente realizzato.
In questo modo il rischio di impresa è a carico del privato e il Comune ha il vantaggio di non anticipare spese di investimento, di questi tempi già limitati dalle casse vuote e/o a causa del patto di stabilità, che blocca il tetto di spesa degli Enti Locali.
La Città metropolitana oltre a svolgere la funzione di stazione appaltante per conto dei Comuni, fornisce il supporto tecnico necessario e collabora con le amministrazioni locali per ottenere le opportune economie di scala.
A proposito di Rivalta di Torino l’Assessore ai Lavori Pubblici Roberto Fantoni conferma che “La partecipazione al progetto risale più e meno a un anno fa, quando a seguito di diversi colloqui furono individuate due zone dove per la  riqualificazione dell’illuminazione pubblica si attende ora la designazione della Esco incaricata. Un analogo percorso  riguarda anche la riqualificazione energetica della scuola elementare Europa Unita in frazione Tetti Francesi”. 
Dal Comune di Bussoleno commentano: “un progetto europeo di energia sostenibile in grado di portare benefici sul territorio, condiviso e in sinergia con Regione e Città Metropolitana. Renderà possibile un percorso di efficientamento energetico sui punti di illuminazione pubblici di Bussoleno”.