Libri in luce, la festa del libro di Alpignano Dal 10 al 12 febbraio tanti volumi, 23 incontri, 50 relatori, 5 mostre

I direttori artistici Salvo Anzaldi e Chiara PrianteI direttori artistici Salvo Anzaldi e Chiara Priante

ALPIGNANO – La terza edizione della Festa del Libro di Alpignano si terrà al Movicentro (piazza Robotti), proprio accanto alla stazione ferroviaria. Da venerdì 10 a domenica 12 febbraio l’edificio si trasformerà in un gigantesco contenitore di cultura. «A San Valentino regala un libro» è il leit motiv dell’edizione 2017 di Libri in Luce, organizzata da Lettera Ventitré e Comune di Alpignano con il patrocinio della Regione Piemonte e sotto la direzione artistica dei giornalisti Chiara Priante e Salvo Anzaldi. Libri in Luce è la Festa del Libro di Alpignano: una rassegna che per tre giorni consecutivi richiama una serie di scrittori, giornalisti e artisti chiamati a presentare i rispettivi lavori o performance artistiche. Negli stand ogni tipo di volume: da quelli appena usciti ai best seller, da quelli legati al territorio e alla storia piemontese a quelli che si richiamano al tema dell’edizione di quest’anno. Inaugura venerdì 10 la lectio di Pierfranco Quaglieni, mentre domenica 12 c’è l’anteprima nazionale di “One Billion Rising – Un miliardo di voci contro la violenza su donne e bambini”. “Libri in Luce” cala il tris. Il battesimo di Libri in Luce 2017 sarà tutto per le scuole secondarie di primo grado: a loro sarà dedicata l’intera mattinata di venerdì 10. Alle ore 18,30 della stessa giornata è invece prevista l’inaugurazione della Festa del Libro 2017, affidata aPierfranco Quaglieni, fondatore e direttore del Centro Pannunzio, che proporrà una lectio magistralis a partire dal suo volume “Figure dell’Italia civile”, appena pubblicato da Golem Edizioni. Sabato 11 e domenica 12 febbraio il Movicentro sarà aperto senza interruzioni dalle 10 alle 20 e ospiterà una lunga serie di presentazioni di autori ed editori in prevalenza locali. Nel pomeriggio di domenica ci sarà spazio anche per l’anteprima nazionale del flash mob “One Billion Rising – Un miliardo di voci contro la violenza su donne e bambini”, a cura di MAC Movimento Arte Creatività, The Risers and the Others. Mentre la chiusura della Festa sarà salutata dal lancio di lanterne luminose con frasi e messaggi d’amore. Tutti gli appuntamenti di Libri in Luce saranno rigorosamente a ingresso libero. Nei giorni di Libri in Luce il Movicentro ospiterà anche le mostre del Consiglio Regionale del Piemonte “L’agroalimentare in Piemonte – I brand che hanno fatto la storia”, “La donna immaginata, l’immagine della donna” e “Sport e sportivi piemontesi come non li avete mai visti”. Una quarta mostra presenta la collezione di antiche macchine da scrivere e antiche stampe della famiglia Rosotti di Alpignano. Infine, l’ultima mostra è dedicata alle erbe medicinali dei fratelli Gramaglia di Collegno. Uno stand di Poste Italiane saluterà l’evento con un annullo filatelico ad hoc. L’ingresso a “Libri in Luce” e a tutti i suoi appuntamenti è gratuito.

Il programma.

L’inaugurazione della terza edizione di Libri in Luce avverrà venerdì 10 febbraio alle 18,30: dopo che lo scorso anno la rassegna si era aperta con Piero Bianucci, fondatore di Tutto Scienze, quest’anno la lectio magistralis di apertura è affidata a Pierfranco Quaglieni, docente e saggista di storia contemporanea, fondatore e direttore del Centro Studi “Pannunzio” di Torino, che presenta ad Alpignano il suo nuovissimo libro “Figure dell’Italia civile”. Sempre venerdì, per la prima volta nella sua storia, il salone accoglierà le scuole (di mattina): è stato pensato un incontro con le classi della secondaria di primo grado di Alpignano con un bel libro che parla di storia e di misteri del territorio. Nico Ivaldi presenta, infatti, “Castelli Maledetti. Piemonte e Valle d’Aosta”, che narra, tra le altre, anche storie di manieri locali, come quello di Condove.

Sabato 11 febbraio ampio spazio al territorio, con autori come Fabrizio Nestore Beccari (“Il segreto di Cruto”, Eus Edizioni) e l’egittologa Corinna Rossi (“L’ultima luce”, Sillabe Edizioni), con la rivolese Carla Campanella (“Uno sguardo oltre la ferrovia. Venti giorni in Bangladesh con i bambini Tokai”) e Giordana Cavalli (“Tutti gli occhi del mondo. Bangladesh viaggio nella realtà dei Tokai, bambini di strada”). Sempre sabato tanta narrativa. Stefano Garzaro presenta “Funky Monkey – Liberi di alzare la voce”, edizioni Pintore, che sta riscuotendo successo e interesse dei critici. Il giovane Claudio Marinaccio, che sta girando l’Italia con “Come un pugno”, edito da Feltrinelli, arriva ad Alpignano per presentarlo, moderato da Ugo Splendore, vice direttore di Luna Nuova. Poi l’attualità con la giornalista Gabriella Serravalle e “Un calcio alla Sla” (Ananke) e le donne: Olimpia Orioli, cittadina onoraria di Alpignano, giunge appositamente da Matera per presentare in anteprima “Dal Naufragio al volo”. Olimpia è la mamma di Luca Orioli, uno dei fidanzatini di Policoro, un assassinio che cerca ancora giustizia. Quindi la presentazione del libro di Fabio Bonacina e Mariangela Palmisano, “Francobolli da Chef”, Vaccari editore per Poste Italiane: quattro menù, ognuno da quattro portate, ispirati da diciotto cartevalori, con il coinvolgimento di Antonino Cannavacciuolo, Enrico Crippa, Niko Romito e Simone Salvini. Quindi arriva da Brescia Alice Pace per uno dei libri più curiosi e interessanti recentemente usciti: “HOT. La scienza sotto le lenzuola”, edito dall’apprezzata casa editrice scientifica Codice Edizioni (sarà presente ad Alpignano anche il direttore editoriale di Codice, Stefano Milano).

Domenica 12 febbraio, quindi, si inizia alle 10 con Enrico Bassignana e “I nonni dicevano – Consigli di vita e saperi pratici”, Priuli & Verlucca Editore. Sempre domenica la cerimonia di premiazione dei laureati 2016. Lo scorso anno l’orazione fu affidata a Mario Turetta, alpignanese e direttore della Reggia di Venaria. Nel 2017 madrina e relatrice è Chantal Balbo di Vinadio, autrice di “Lo Zio Max – Massimo d’Azeglio. Intervista im-maginaria al nipote”. Quindi, ancora narrativa, con due promettenti esordienti: Simona Cocola presenta “Particelle di profumo alla lavanda”, Sillabe di Sale editore, e Luigi Bonomi, “Una squadra improbabile”, Spunto edizioni, due storie accomunate anche dal periodo storico di ambientazione, la seconda guerra mondiale.

E poi protagoniste le donne, vista la ricorrenza del 14 febbraio e del One Billion Rising con libri ma non solo. Gli organizzatori del grande flash mob di One Billion Rising di Torino (di norma in programma in piazza Castello), quest’anno hanno scelto Alpignano per dar vita alla loro perfomance in anteprima nazionale (alle 16 di fronte al Movicentro). Inoltre letture e momenti teatrali.  E ancora donne con ToriNoir “La donna al centro del giallo. Amore e morte nelle pagine d’autore”. Dalla Toscana arriva poi ad Alpignano Elena Guerrini che presenta “Bella tutta! I miei grassi giorni felici”, Garzanti Libri. Chiude Beppe Gandolfo, inviato del Tg5, con “Un anno in Piemonte”. Ospite Elena Piastra, vicesindaco di Settimo Torinese, che racconta “Il grande sogno di Settimo capitale della cultura”.