Lo Scenic Trail passa in Liguria Bilancio della quinta settimana di viaggio

Ale e Gian sulle colline del Gavi

SESTRIERE. Il mare è all’orizzonte ma non si riesce ad ammirarlo. È nascosto dalla pioggia e dalla nebbia incontrata sull’Appennino ligure. In ogni caso l’aver lasciato il Piemonte entrando in Liguria rappresenta una motivazione in più per Alessandra Pistore e Giancarlo Tedeschi impegnati nell’Alpi Colline Mare North West Scenic Trail. Un viaggio che vede i coniugi sestrieresi intenti a tracciare la rotta che dalle Montagne Olimpiche di Sestriere porta al Mare delle Cinque Terre passando per le Langhe e Roero. Non è sempre facile trovare la via giusta, come capitato lunedì 12 ottobre, bisogna marcare il passo e cercare alternative per aggirare problematiche di percorribilità dei sentieri, indicati sulle carte, che talvolta vengono interrotti o deviati per le più svariate ragioni legate alla natura ma anche dall’opera dell’uomo, vedi l’oleodotto in costruzione tra Liguria e Piemonte. “Ci sono giornate – spiegano Alessandra e Giancarlo – in cui maciniamo anche per una trentina di chilometri. Tutto fila liscio, non senti neppure la stanchezza perché hai lo sguardo rapito dalla bellezza del paesaggio che ti circonda. Altri giorni invece credi che tutto fili liscio e poi sei costretto a tornare indietro per un ostacolo imprevisto oppure perché non si trova la via. Ci è successo lunedì in quella che doveva essere la tappa da San Cristoforo a Voltaggio. Una volta passato Gavi abbiamo imboccato una strada con un sentiero che doveva portarci a Carrosio e poi a Voltaggio ma ci siamo trovati davanti ad uno sbarramento di una proprietà privata. Non c’era modo di proseguire. Fortunatamente il girono dopo abbiamo chiesto aiuto a Giorgio del CAI di Novi Ligure che ci ha accompagnato in località Piona indicandoci il sentiero giusto per completare la tappa di ieri, aggirando così l’oleodotto in costruzione.  Il 13 ottobre siamo entrati in Liguria passando dal Passo della Bocchetta anche se il meteo è cambiato con la pioggia che ci ha impedito di vedere il mare dall’Alta Via dei Monti Liguri, alla confluenza del Percorso Europeo E1 che collega la Danimarca alla Sicilia. Un percorso in progettazione che noi dello Scenic Trail abbiamo già inaugurato anche se pur per un piccolissimo tratto. Anche oggi, il 14 ottobre, il tempo è molto variabile. Sulla nostra strada abbiamo perfino un incontrato un gatto delle nevi, custodito sotto una tettoia al Santuario Regina Vittoria sull’Alta Via dell’Appennino Ligure, che ci ha ricordato Sestriere. Nei prossimi giorni punteremo verso il Promontorio sopra a Portofino, proseguiremo in direzione Chiavari per poi agganciarci all’Alta Via delle Cinque Terre”.