L’Union Susa fatica, ma vince 2-1 a Susa con il Caselle La squadra di Alberto Falco soffre, ma porta comunque a casa tre punti molto pesanti

Onomoni-Di Emanuele Union SusaOnomoni-Di Emanuele Union Susa

SUSA – Un gol per tempo e i valsusini dell’Union Susa battono il fanalino di coda Caselle per 2-1.
Onomoni nel primo tempo e Romano all’inizio della ripresa regalano i 3 punti ai biancorossi. Nel finale, c’è spazio anche per la rete ospite firmata da Mandarà.


TANTA SOFFERENZA A SUSA

Sulla carta doveva essere una formalità, la prima contro l’ultima, il più classico dei testacoda.
Si sa, però, che sono proprio queste partite a creare le insidie più grandi: così è stato.
Falco schiera il suo classico 4-3-3 con Rossero, Di Emanuele, Onomoni e Olivero a proteggere la porta di Malune, Jannon, Iorianni e Pereno in mezzo e Aloisi, Anello e Romano a formare il tridente.
La prima occasione dei padroni di casa, porta ovviamente la firma di Simone Aloisi che al 6′ viene lanciato in campo aperto da Anello, senza però riuscire a concludere efficacemente sulla pressione del difensore.
Appena due minuti ed ecco un’altra occasione per l’Union (che ne sprecherà davvero troppe): è ancora Aloisi a sfiorare il gol, con un bel pallonetto che sfila alla sinistra della porta avversaria.
I valsusini comandano nettamente il gioco, ma faticano ad essere incisivi in zona gol.
Al 18′ altra bella occasione con la palla che giunge sui piedi di Pereno dopo una serie di dribbling di Roberto Anello: l’11 dell’Union si fa però parare il tiro dal bravo Leone.
Al minuto 23 arriva un’altra buona palla gol per i padroni di casa: punizione di Romano dalla trequarti che pesca Onomoni in area, la cui conclusione viene però respinta dall’estremo difensore del Caselle allungandosi sulla sinistra.
La supremazia tecnica dell’Union è però evidente e al 32′ arriva il vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Alberto Onomoni, che di mestiere dovrebbe fare il difensore, sfrutta al meglio una mischia in area e da vero rapace d’area di rigore, mette in porta l’1-0.
La squadra di Falco continua a comandare le operazioni, agevolata anche dall’espulsione, al 39° minuto, del numero 10 ospite Abalsamo che lascia i suoi in inferiorità numerica per un fallo di mano su cui il direttore di gara si dimostra particolarmente fiscale.
Le squadre vanno a riposo sul risultato di 1-0 per i segusini.

SECONDO TEMPO COMPLICATO

Pronti via e la seconda frazione vede subito la seconda segnatura dei biancorossi: l’autore è Romano che, dopo aver dribblato splendidamente con il tacco un difensore al limite dell’area per prepararsi il tiro, lascia partire una cannonata che va a infilarsi sotto l’incrocio della porta difesa dall’incolpevole Leone. E’ 2-0.
Avanti di due gol e con un uomo in più, la partita sembra non avere più nulla da dire.
Tuttavia, dopo il secondo gol, l’Union inizia a sprecare tantissimo.
Ad inaugurare la galleria degli errori è il bomber Aloisi che salta bene due uomini, ma poi spara alto da pochi passi.
Al 18° anche Anello si unisce alla festa: presentatosi a tu per tu con Leone in seguito ad una splendida ripartenza, l’attaccante del Susa non riesce però ad uccidere la gara.
Al minuto 22 subentra anche un po’ di sfortuna per i padroni di casa, che colgono il palo con Aloisi.
Passano circa 8 minuti e i biancorossi sprecano ancora: nuovamente protagonista è Anello che strozza il sinistro davanti al portiere e manda fuori.
Il calcio, purtroppo, è uno sport assai crudele e da una partita che poteva finire in goleada, ne esce tanta sofferenza finale per l’Union.
Infatti, il Caselle torna in partita al 42′: stupenda punizione di Mandarà sulla quale Malune non può nulla.
Nonostante la miriade di gol sbagliati, la squadra di Falco mantiene l’imbattibilità a Susa e riesce a portare comunque a casa 3 punti che avvicinano sempre di più il traguardo Eccellenza.