L’Union Susa riscrive la storia: vittoria con il Lascaris e record di punti nella storia della Promozione Un netto 3-0 permette alla squadra di Falco di raggiungere quota 76 punti nell'ultima giornata del girone B

Il centrocampista segusino Mario MazzoneIl centrocampista segusino Mario Mazzone

SUSA – I biancorossi, già promossi in Eccellenza, salutano il pubblico del “Mario Quaglino” di Susa con la solita prestazione di carattere e personalità, grazie alla quale l’Union mantiene la striscia d’imbattibilità casalinga e infrange il record di punti nel campionato di Promozione.

La gara di Susa parte a rilento, poi il Susa dimostra di essere superiore

Dopo la storica promozione in Eccellenza ottenuta due turni fa, l’Union Susa di Alberto Falco conclude il campionato così come lo aveva iniziato: vincendo!
La gara non era semplice. Al “Mario Quaglino” di Susa arrivava il Lascaris terzo in classifica e ancora alla ricerca di una complicata qualificazione ai playoff.
Solito 4-3-3 dell’Union con Malune tra i pali, Renna, Di Emanuele, Serpa e Rossero dietro, centrocampo formato da Carrassi, Mazzone e Pereno e davanti Romano, Rizq e Squillace.
Le motivazioni sembrano inizialmente non dare grande spinta alla gara che stenta a decollare, con la prima occasione significativa che capita sui piedi di Max Squillace al 17° minuto, quando il “7” segusino non riesce a girare in porta il passaggio filtrante di Romano.
La partita vive di fiammate; la seconda arriva al minuto 22, con Rizq che scappa sul filo del fuorigioco e mette in mezzo all’area una gran palla rasoterra sulla quale per poco non riesce ad arrivare Pietro Pereno.
I valsusini iniziano a macinare gioco e azioni, mentre il Lascaris arranca. E’ il 26° quando Romano decide di mettersi in proprio provando una conclusione mancina dal limite che sibila però alla sinistra della porta difesa da Leone.
Dopo svariati tentativi al 39° arriva il meritato vantaggio Union: è ancora una volta Rizq a portare in vantaggio i suoi grazie ad un azione di pura potenza con la quale si libera dell’ultima difensore e deposita l’1-0 alle spalle del portiere ospite.
5 minuti e arriva il 2-0. Questa volta è Romano che, dopo essere stato imbeccato sul filo del fuorigioco da Mazzone, si presenta a tu per tu con Leone, lo salta, e mette in porta il raddoppio dei valsusini.

La musica nel 2° tempo non cambia: in campo c’è solo il Susa

I ritmi si abbassano ulteriormente nella ripresa, con la prima occasione che arriva al 13°, quando la palla giunge all’altezza del dischetto del rigore a Pereno che però, complice anche la pressione della difesa del Lascaris, non riesce a girare in rete.
Appena 10 minuti dopo però, la partita si chiude definitivamente, quando Max Squillace decide di congedare il pubblico segusino con un gol d’autore. Palla che si alza a seguito di una mischia all’interno dell’area e ala valsusina che non si lascia scappare l’occasione di realizzare uno splendido gol in rovesciata dal limite dell’area piccola. Davvero splendido il gesto del giocatore biancorosso.

La partita scivola verso il 45° 

Dopo la rete del 3-0, non c’è più nulla da chiedere alla gara che scorre tranquilla verso il 45°, quando il triplice fischio sancisce la fine della formidabile cavalcata dell’Union, il mantenimento della storica striscia d’imbattibilità casalinga e, soprattutto, il record storico di punti in Promozione (76).