Per i maltrattamenti dei bambini dell’asilo a Susa a processo anche per il Dirigente Scolastico La maestra è accusata di: "intimidazione, sottomissione e terrore"

Susa, asilo in via Re Cozio

SUSA – L’accusa, dimostrata dalle riprese video effettuate dai Carabinieri di Susa, per la maestra dell’asilo sono di “intimidazione, sottomissione e terrore“. E’ la Procura di Torino ad aver chiesto il rinvio a giudizio per la maestra e anche, e questa è la novità, per il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Susa. Ad entrambi, il Pubblico Ministero contesta diversi reati.

Dure le accuse sulla donna in servizio a Susa

La donna, 59 anni di Susa, era stata arrestata dai Carabinieri e portata ai domiciliari lo scorso mese di gennaio per le presunte vessazioni cui sottoponeva i piccoli alunni. Secondo le accuse sgridava i bambini in maniera ingiustificata, sproporzionata ed eccessiva, deridendoli, definendoli “bestia” e “citrullo” e anche umiliandoli in molte occasioni di fronte all’intera classe e perseverando in questo atteggiamento anche se il bambino si metteva a piangere.