Maurizio Beria, Sindaco di Sauze di Cesana, è il nuovo presidente dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea "Profonderò il massimo impegno al fine di creare le condizioni favorevoli allo sviluppo di una offerta turistica adeguata"

maurizio-beiria

SAUZE DI CESANA – Il Consiglio della Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea, riunito lunedì 19 marzo, ha approvato all’unanimità la nomina a Presidente di Maurizio Beria, Sindaco di Sauze di Cesana.

Un passaggio di testimone annunciato dal Presidente uscente Valter Marin, concordato all’unisono con i membri della Giunta dell’Ente che raggruppa i comuni di Cesana Torinese, Claviere, Pragelato, Sauze di Cesana, Sauze d’Oulx e Sestriere.

“Ringrazio i colleghi sindaci per la stima e la fiducia accordatami. In linea con i contenuti del documento di programmazione approvato – ha dichiarato il neo-presidente Maurizio Beria – profonderò il massimo impegno al fine di creare le condizioni favorevoli allo sviluppo di una offerta turistica adeguata, sotto il profilo quantitativo e qualitativo, alle potenzialità del territorio ed alle tendenze della domanda. Sotto il profilo della organizzazione degli uffici – ha aggiunto- mi auguro che i concorsi recentemente avviati abbiano esito positivo e si possano finalmente ridurre quelle carenze di organico che, nonostante l’impegno profuso dai nostri funzionari, incidono sulla efficacia di alcuni servizi ai cittadini”

L’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea

Tra le prime in Piemonte, è stata costituita il 6 settembre 2013 a Cesana Torinese dai sindaci dei comuni di Cesana Torinese, Claviere, Pragelato, Sauze di Cesana, Sauze d’Oulx e Sestriere. Un’area montana che rappresenta una popolazione residente di circa 4.300 abitanti, 12.000 posti letto alberghieri, 23.000 unità immobiliari su un territorio di 323 km quadrati di grande rilevanza strategica per l’economia del sistema turistico regionale e nazionale specie in relazione all’offerta invernale tra le più competitive ed apprezzate a livello internazionale.

Un sistema importante a garanzia di un equilibrio territoriale sia per la gestione associata di servizi e funzioni comunali, secondo quanto previsto dalla normativa della Regione Piemonte, sia a livello di gestione di un bacino turistico molto vasto che, nella stagione invernale, convoglia ogni settimana decine di migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo.