Per la prima volta un Ministro dell’Ambiente a Chiomonte: Galletti visita il cantiere TELT alla Maddalena Il sopralluogo nel pomeriggio dopo il convegno sulla Valutazione di Impatto sulla Salute di Torino

Virano, Ferrentino e il Ministro per l'Ambiente Galletti in cantiere a ChiomonteVirano, Ferrentino e il Ministro per l'Ambiente Galletti in cantiere a Chiomonte

CHIOMONTE – Il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, dopo la chiusura del Convegno di stamane a Torino presso l’Ordine dei Medici, nel qualeè stato presentato la Studio sulla Valutazione di Impatto sulla Salute, la VIS (http://www.lagenda.news/cantiere-chiomonte-valutazione-impatto-salute/) per il cantiere TELT della Galleria geognostica La Maddalena di Chiomonte realizzato dall’Università degli Studi di Torino (Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche), si è recato in visita al Cantiere TELT della Maddalena di Chiomonte.

Il Ministro è stato accompagnato dal Direttore Generale di ARPA Piemonte Angelo Robotto, dal Direttore Generale di TELT, Mario Virano  e dal Commissario di Governo per la Nuova Linea Torino-Lione Paolo Foietta, che hanno sottolineato l’importanza della presenza di persona del titolare del dicastero dell’Ambiente in “un contesto di cantiere che sicuramente è il cantiere più monitorato dal punto di vista dei parametri ambientali e di tutto il territorio nazionale. La verifica di persona dell’inserimento delle opere in un contesto delicato quale il sito della Maddalena, peraltro già interessato in precedenza dalla realizzazione della autostrada del Frejus”.

Il Ministro Galletti, ha visitato il cunicolo esplorativo fino alla zona della “TAW”, la tunnel art Working  con i suoi murales in galleria,  l’area esterna, in Clarea e si è detto “impressionato per la meticolosa attenzione posta agli effetti ambientali dovuti alla presenza del cantiere”. “Come ho avuto occasione di dire già in mattinata – ha proseguito – coniugare ambiente e grandi opere non solo è possibile, ma obbligatorio: l’ambiente non può essere un vincolo allo sviluppo, ma deve fare in modo che lo sviluppo sia sostenibile.

L’esperienza del cantiere di Chiomonte ci ha insegnato molto. Come sapete il Governo è al lavoro per predisporre una procedura di “inchiesta pubblica” sul modello francese propedeutica alla realizzazione delle grandi opere. Posso anticipare che l’iter preventivo prevederà di default oltre alla VIA, la valutazione di impatto ambientale diventerà procedura standard anche la VIS, ovvero la Valutazione di impatto sulla Salute“. 

Galletti ha anche espresso i suoi complimenti al Direttore di Arpa Piemonte Robotto, per il costante lavoro di monitoraggio svolto con professionalità e neutralità scientifica dai suoi collaboratori, in un’area dove l’approccio ideologico di alcuni oppositori all’opera travalica la presa d’atto della oggettività dei dati tecnico-scientifici di tutte le componenti ambientali monitorate.

Questo slideshow richiede JavaScript.