Molte associazioni contro la liberalizzazione della Cannabis La Lenad è costituita da genitori di tossicodipendenti

cannabis 1

TORINO – Sul tema della liberalizzazione della Cannabis ci ha scritto la Lenad dal capoluogo piemontese. “Siamo la Lega Nazionale Antidroga ONLUS, un’associazione di volontariato. Siamo nati su iniziativa di familiari di tossicodipendenti, di medici, di psicologi, di magistrati e di operatori sociali per contrastare la diffusione della droga e svolgere un’attività di appoggio e di servizio alle famiglie e ai giovani coinvolti nella droga” ci scrivono. Preso il telefono ecco una volontaria dall’altro capo della cornetta:”La drammatica situazione delle famiglie assillate dalla necessità di curare i propri figli ha indotto la Lega, dopo la fase iniziale di sostegno ai giovani in difficoltà e alle loro famiglie, a pensare e sperimentare un suo specifico programma terapeutico che, alternativo alla comunità, prevede relazioni psicologiche altrettanto profonde e un attivo coinvolgimento affettivo nella vita dell’istituzione“. Cosa proponete? “Strumenti essenziali sono il lavoro con le famiglie e i gruppi: di confronto, di discussione, emozionali, di art-therapy. Un difficile recupero dei giovani è affidato alla LENAD/COP (cooperativa sociale senza fini di lucro) nata a fianco dell’associazione nel 1992 con professionisti preparati in modo specifico al trattamento dei soggetti dipendenti da sostanze“. Ha un costo la vostra opera? “L’Associazione genitori Lenad svolge attività totalmente gratuita di appoggio e formazione alle famiglie e offre un servizio di informazione sulle varie strutture finalizzate alla cura e al recupero dei tossicodipendenti, lo facciamo da più di trent’anni“.

Per maggior informazioni: http://www.lenad.it/index.html