Con i monumenti si ricorda il “25 aprile” di Caselette (LE FOTO) I monumenti, le lapidi e le sculture di chi per la libertà donò la vita

Caselette (foto M.Tonini)Caselette (foto M.Tonini)

CASELETTE – Spostiamo la direzione del nostro tour tra i monumenti commemorativi verso la cintura. Più precisamente, L’Agenda.News fa tappa nella cittadina di Caselette, altro paese che risponde presente quando si tratta di ricordare.

I monumenti e le lapidi di Caselette

Possiamo ammirarne uno nella maggior parte dei paesi valsusini e così è anche per Caselette. Il Viale della Rimembranza si trova nella zona del cimitero, in via Alcide De Gasperi, contornato dalle colonnine nominali dei caduti durante le guerre. Per la fortuna dei visitatori, tutti i monumenti del paese sono raggruppati nella stessa zona. Infatti, senza muoverci, avremo poi la possibilità di far cadere il nostro sguardo su di una targhetta dedicata al Caporale Maggiore Giorgio Gallo, caduto durante gli avvenimenti bellici della Prima guerra mondiale. Restando in via De Gasperi, sempre lungo il Viale della Rimembranza, troviamo un cippo in pietra con targhe in metallo e un urna in vetro contenente un campione di terra proveniente dall’Ucraina. La targa superiore recita: “1^ Compagnia Chimica Alpina csir.armir, campagna di Russia 1941-1945. Caselette, Rossosch Nikolaewka 1993 campione di terra Ucraina in ricordo dei nostri morti”.

Caselette a ricordo dei suoi caduti

Caselette offre poi un monumento a ricordo dei suoi caduti; una stele in pietra con basamento di cemento e pietre, sopra il quale svetta un libro, poggiato su un piedistallo in pietro, dove sono incisi i nomi dei caduti di tutte le guerre. L’iscrizione sulla pietra rende omaggio ai valorosi combattenti scomparsi durante i conflitti bellici con la frase: Caselette ai suoi caduti.

Questo slideshow richiede JavaScript.