A Borgone lo sbarco delle truppe americane nella Seconda Guerra Mondiale In programma una interessante mostra organizzata dai Combattenti e Reduci Condove-Borgone

Soldato inglese in SiciliaSoldato inglese in Sicilia

CONDOVE – L’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, che affonda le radici nella storia Patria e nel ricordo di quanti, in tante occasioni obbedirono alla chiamata nel Paese, si è riunita per l’annuale assemblea. Il presidente Emiliano Leccese ha fatto il punto su quanto fatto e, con i soci, ha discusso i programmi futuri. Tra i programmi dell’associazione una mostra che avrà per titolo: “Tra la sabbia e gli elmetti”. Il periodo ipotizzato andrà da sabato 9 a domenica 17 settembre.

Una mostra sulla Seconda Guerra

Alla riunione è intervenuto il dottor Roberto Oddo che ha presentato l’idea di organizzare una mostra sulla II Guerra Mondiale possibile grazie al materiale in possesso della sua famiglia e che sarà parlerà nello specifico dello sbarco angloamericano in Sicilia nel 1943. La mostra sarà fatta nella sala consigliare del comune di Borgone, a Condove nella data programmata non c’erano spazi liberi. La mostra vuole essere una parentesi itinerante nelle sensazioni e nei ricordi di chi ha vissuto i momenti dello sbarco sul suolo siciliano delle truppe che avrebbero liberato l’Italia dell’esercito tedesco.

Un viaggio nella storia

Un viaggio, attraverso documenti e oggetti che si articola in una raccolta riprodotta di pagine degli storici manuali-guida per lo sbarco stesso delle truppe, video di testimonianze di chi ha percepito il territorio come cittadino in quel periodo, immagini e giornali che riportano agli onori delle cronache gli attimi di quel capitolo così complesso della nostra lunga storia come Paese. Il percorso che si propone di iniziare con una passeggiata itinerante tra le pagine del manuale guida per lo sbarco delle truppe e la carta geografica che le truppe stesse utilizzarono per muoversi sull’isola. Durante la passeggiata un momento su tutti spezza la sequenza: la proiezione di un’intervista a chi l’Isola la visse anche in quei giorni.

Un’epoca da ricordare

Il tortuoso percorso ci accompagna poi verso alcune pagine dell’epoca che cercano di portare all’onore delle cronache il momento accompagnandosi con immagini e suoni che richiamano l’impresa. Un momento infine durante la mostra che chiede agli spettatori di riflettere: letture, letture che richiamano alla memoria ciò che fu e che è nella nostra sabbia è riuscita a permeare. Nei giorni festivi sarà presente un gruppo teatrale che rappresenterà le sensazioni/storicità che la popolazione siciliana ha vissuto durante quei difficili giorni.