Negozianti e Rivalta Viva insieme per vetrine colme di allegria e colore

RIVALTA  – Macramè all’Ottica Gillio, da Floridea  e da Storie, pittura su tessuto da Il Pastificio dell’Arco e a Il Nuovo Stile Acconciature, e bigotteria alla Casa del Libro. Non si tratta di una liberalizzazione estrema del commercio ma di un’idea simpatica e originale,  nata dalla fantasia e dall’interesse per il territorio della segretaria dell’Associazione Rivalta Viva Franca Mascher e del vicesindaco rivaltese Rita Vittori, e accolta con disponibilità e prontezza dai negozianti del centro paese. Così i manufatti realizzati dagli iscritti ai corsi dell’Associazione di promozione culturale per il tempo libero hanno trovato spazio e ospitalità nelle vetrine delle vie centrali durante la settimana dei festeggiamenti dedicati al patrono san Vittore. In questo modo pergamene artistiche incise con il punteruolo hanno pacificamente coabitato con gli occhiali dell’Ottica Pasian, gli oggetti decorati con tecnica découpage hanno trovato posto dietro i vetri del Caseificio Quaranta e nei locali dell’ex tabaccheria, dove ora esiste un’esposizione di scale e serramenti, mentre manufatti realizzati secondo la tecnica patchwork sono spuntati nelle vetrine delle Calzature Damilano, della Tintostireria Al Castello, del Bar del Vicolo e della Macellaria Gilberto. Il Minimarket del Gusto ha invece ospitato le sculture in legno, frutto del laboratorio di falegnameria, e la Farmacia Della Betta ha esposto opere di pittura, mentre Manufatti Fatti da Manu e la Tabaccheria Nivoli si sono divisi i lavori pittorici dei bambini delle classi elementari. Adesso, trascorsi i giorni di festa, i manufatti torneranno “a casa”, bell’esempio di come inventiva, intelligenza e disponibilità possano dar vita a “esperimenti” originali, di buon gusto e assolutamente da ripetere.