Nel giorno in cui l’Europa è sotto attacco del terrorismo e massima è l’allerta di tutte le Forze dell’Ordine a Susa i Carabinieri vengono oltraggiati Uno striscione campeggia sulla rocca sopra le bandiere alle porte della Città: "CC fasci Notav liberi"

Lo striscione appeso sopra Susa dai Notav il 22 marzo
(Foto MC)Lo striscione appeso sopra Susa dai Notav il 22 marzo (Foto MC)

SUSA – Nel giorno  in cui l’intera Europa è profondamente shockata dall’attentato islamista di Bruxelles e la sicurezza di tutti i cittadini in ogni Paese è affidata alle sue Forze di Polizia e di Sicurezza, la Città di Susa riesce a dare il peggio di sé.

Da stamattina infatti sulla Rocca prospiciente la Centrale Iren, lungo la Statale del Moncenisio, proprio sopra le bandiere della UE , d’Italia e del Piemonte è stato calato e campeggia un vergognoso striscione che attacca e oltraggia l’Arma dei Carabinieri definita “CC Fasci” accompagnata dalla scritta rossa “Notav liberi”.

Ovviamente il riferimento è agli ultimi provvedimenti cautelari disposti dalla Procura di Torino, proprio per fatti aventi come bersaglio due pattuglie della Compagnia di Susa dell’Arma. Compagnia già fatta abbondantemente oggetto di… cortesi  “attenzioni” durante la fiaccolata notturna della scorsa settimana davanti ai suoi cancelli.

Proprio oggi l’ultimo dei Notav indagati e coinvolto dal provvedimento restrittivo della Procura, che si era reso irreperibile, si è spontaneamente costituito.  E sempre in giornata, nel corso degli interrogatori di garanzia degli altri 7 indagati in corso presso il  Tribunale di Torino, è emerso come nella perquisizione a uno dei fermati sia stato trovato un dettagliato elenco di nominativi di persone, una vera e propria schedatura, quasi tutta di appartenenti a Carabinieri e Polizia.

Per l’esposizione del telone a Susa intanto si indaga contro ignoti per “oltraggio a Corpo dello Stato”, ma la prima a intervenire a chiedere la rimozione dello striscione è stata proprio la stessa proprietaria del terreno. Un bel segnale a chi mette in atto gesti simili. Nel tardo pomeriggio a rimuovere in sicurezza lo striscione saranno i Vigili del Fuoco di Susa.