“No al pagamento del pedaggio autostradale per le associazioni di volontariato in caso di emergenza” La consigliera regionale Stefania Batzella (Movimento Libero Indipendente) discute in aula una interrogazione sul tema e presenta un ordine del giorno sottoscritto anche da molti altri partiti

Pedaggio dell'autostradaPedaggio dell'autostrada

TORINO – “No al pedaggio autostradale per i mezzi delle associazioni di protezione civile, nei casi di emergenza”. E’ l’argomento di un’interrogazione e di un ordine del giorno presentati oggi in Consiglio regionale dalla Consigliera Stefania Batzella, del Movimento Libero Indipendente, che propone di esentare dal pagamento del pedaggio le organizzazioni del volontariato che svolgono servizio di protezione civile in emergenza, stipulando apposite convenzioni tra Regione Piemonte e Società Autostradali.

“I volontari dell’Aib multati nei giorni in cui la Valsusa andava a fuoco”

L’iniziativa della consigliera Batzella prende le mosse da un episodio accaduto in occasione dei recenti incendi che hanno colpito il Piemonte, nel quale sono stati coinvolti i volontari Aib di Rubiana: “Nonostante fossero sul mezzo di servizio e con i lampeggianti accesi – ricorda – sono stati multati per non aver pagato il pedaggio, non avendo soldi con sé nel momento dell’intervento. La sanzione è stata tolta il giorno successivo ma si pone comunque il problema“.

La Circolare del Ministero Infrastrutture e Trasporti n. 378 del 18/9/2014 prevede infatti l’esenzione del pedaggio per le Associazioni di Volontariato che operano per attività di trasporto e soccorso in emergenza esclusivamente di tipo sanitario e solo se il veicolo è in possesso di un apposito contrassegno o di un particolare strumento Telepass fornito sulla base di determinate caratteristiche.

“E’ necessario intervenire presso il Ministero per risolvere il problema”

La gestione dell’emergenza che la nostra regione ha vissuto negli ultimi quindici giorni dello scorso ottobre è stata garantita grazie al tempestivo intervento e alla professionalità di associazioni quali l’Aib, che ha operato in stretta sinergia con i Vigili del Fuoco e la Croce Rossa per salvaguardare il territorio in fiamme e aiutare le persone in difficoltà”, prosegue Batzella.

Proprio per questo – conclude – ho presentato in Consiglio regionale i due documenti. Nell’interrogazione chiedo all’assessore Valmaggia se intende attivarsi per la stipula di una convenzione tra Regione Piemonte e Società Autostradali che preveda l’esenzione del pagamento del pedaggio autostradale alle organizzazioni di volontariato che svolgono servizio di protezione civile in emergenza nel territorio regionale. Nell’Ordine del giorno, che è stato sottoscritto anche da altre forze politiche, chiedo alla Giunta di attivarsi presso il Ministero a Infrastrutture e Trasporti affinché venga prevista l’esenzione del pedaggio autostradale anche per le associazioni di volontariato di protezione civile che operano in situazione di emergenza.

La richiesta della consigliera è stata condivisa dall’assessore alla Protezione civile Alberto Valmaggia: “Si tratta – ha affermato – di un tema sottoposto più volte al Dipartimento nazionale di Protezione Civile. A livello nazionale non è ancora stata fornita una soluzione univoca per equiparare i mezzi anti incendio a quelli sanitari per questo viene comminata la sanzione e poi annullata, come accaduto questa e altre volte“. L’assessore ha assicurato che il tema verrà nuovamente riproposto a livello nazionale.