Olocco “Bene Valgioie. Giaveno? La Lega pesa, ma adesso è troppo presto per parlarne” Intervista al Segretario della Lega Nord Val Sangone

giaveno-stefano-olocco

 

GIAVENO – A una settimana dal voto valgioiese che ha visto la lista “Idee cuore coraggio” attestarsi al secondo posto con 47 voti di distacco dal primo arrivato, Claudio Grosso con la lista “Valgioiesi per Valgioie”, L’Agenda.News incontra il candidato Sindaco Stefano Olocco.

Olocco, un commento…

Abbiamo avuto il coraggio di portare nel confronto elettorale un richiamo politico ed è stato un ottimo risultato per la Lega Nord. Sì, ci siamo presentati con una lista civica, ma l’ispirazione leghista non era certo occultata. Credo che la nostra proposta di alternativa e cambiamento sia stata ben recepita dai valgioiesi: in un mese appena di campagna elettorale siamo arrivati a circa meno cinquanta dall’attuale Sindaco.

E adesso, prossime azioni?

Faremo un’opposizione seria, quando sarà necessario, e costruttiva, quando sarà altrettanto necessario. Saremo attenti su tutti i temi che hanno animato la campagna elettorale e vigileremo sulla realizzazione, nel tempo e secondo le priorità indicate, del programma scelto dai cittadini. Per esempio, la questione del dispensario farmaceutico. A quanto ne so, siamo stati l’unica lista ad esserci prima sincerati della reale fattibilità, verificando la disponibilità delle farmacie locali, parlando direttamente con loro.

E su Giaveno? Tra due anni si vota…

La Lega pesa e Valgioie lo dimostra. Manca ancora un anno e mezzo, è troppo presto per parlare. Prendiamo proprio il caso di Valgioie: fino qualche mese prima nessuno avrebbe pensato che alla fine ci sarebbero state 4 liste e poi… Quindi per il momento è impensabile sbilanciarsi e parlare di un percorso su Giaveno. Posso dire, per adesso, che qui abbiamo la nostra linea, indipendente, che ci ha portato negli anni a fare opposizione, seppur da fuori Consiglio, quando necessario. Abbiamo anche avanzato delle proposte, quindi cercato una collaborazione con l’Amministrazione, per esempio con il Tavolo sulla Sicurezza, discorso purtroppo non proseguito…

A Giaveno siete tra le forze politiche che più attirano giovani…

Semplicemente giovane chiama giovane. È stato il primo impegno che mi sono posto durante il mio primo mandato da Segretario. E adesso sono tanti i giovani militanti che animano la nostra sezione: Daniele Bertana, Andre Morello, Gabriele Petiti, Erica Maria Pramauro… Perché i giovani sono naturalmente il futuro e con ciò non intendo dire che gli anziani siano da mettere da parte, anzi! La loro esperienza è importante, ma è altrettanto importante il passaggio di testimone.
Da un lato, quindi, c’è il nostro lavoro di sezione: ci siamo aperti al dialogo. E poi dall’altro il successo che le risposte di Matteo Salvini riscuotono nelle giovani generazioni di questi tempi.

Quest’anno torna la Sangon Fest?

Certo! Il 21, 22, 23 luglio un appuntamento tradizionale cui tiene tutta la sezione. Gli ultimi due anni siamo stati premiati con la visita di Salvini e, anticipo, non lo posso sapere fino agli ultimi giorni a ridosso dell’evento. Insomma, speriamo!