Orbassano, prende degli psicofarmaci e li dà anche alla figlia di quattro mesi

rivoli ospedale  4

ORBASSANO – Ha forse tentato il suicidio la donna 36enne che, depressa ormai da mesi, domenica 8 gennaio ad Orbasano, ha preso degli psicofarmaci prima di somministrarli anche alla figlia di quattro mesi.

A dare l’allarme è stato il padre che, dopo averle trovate in casa e aver iniziato a preoccuparsi poiché entrambe continuavano a dormire profondamente, ha chiamato i soccorsi. I primi esami hanno subito confermato il sospetto di un’intossicazione da psicofarmaci.
Entrambe sono state ricoverata all’ospedale di Rivoli in prognosi riservata. Dopo la prima notte, la piccola è stata dichiarata fuori pericolo e, una volta dimessa, verrà affidata temporaneamente ai nonni paterni.
I Carabinieri, che stanno cercando di ricostruire l’accaduto, hanno sequestrato i biberon della piccola e le scatole di medicinali rinvenuti nel domicilio della coppia. L’ipotesi è che la donna abbia somministrato i farmaci alla piccola in uno stato confusionale.

Si attende, dunque, che la donna si recuperi per poterla interrogare.