Ad Oulx le giornate del FAI, in visita a casa dell’onorevole Des Ambrois Sabato 25 e domenica 26 marzo la 25ª edizione

Casa Des Ambrois a OulxCasa Des Ambrois a Oulx

OULX – Sabato 25 e domenica 26 marzo ritorneranno le Giornate FAI di Primavera, giunte alla 25ª edizione. Grazie al gruppo FAI Val di Susa, ancora una volta questo territorio sarà tra i luoghi protagonisti sabato 25 e domenica 26 marzo 2017: dopo le aperture, l’anno scorso, ad Avigliana e Bussoleno con l’itinerario “Borghi Medievali lungo la Via Francigena”, quest’anno i riflettori saranno puntati su Oulx, località altovalsusina che ebbe un’importanza strategica per la storia nazionale e internazionale.

Una prima in casa Des Ambrois

Gli organi di stampa e gli “addetti ai lavori” hanno potuto approfittare di una ghiotta occasione, il pomeriggio di sabato 18 marzo: la visita alle case Odiard Des Ambrois oggi De La Pierre e Bermond con l’accompagnamento del signor Andrea Terzolo, alla presenza delle proprietarie. Lo stesso Terzolo sarà colui che domenica 26 marzo accompagnerà i soli iscritti FAI alla scoperta de “Le dimore cinquecentesche dla Viêrë d’Oulx”. Poiché le Giornate sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti FAI – e a chi si iscriverà durante l’evento – a loro sarà dedicato questo percorso. Grazie alla fattiva collaborazione dei proprietari delle abitazioni private, i presenti sabato hanno potuto ammirare i preziosi tesori custoditi dal Borgo Alto, accedendo a cortili e stanze normalmente chiusi. Scenari inaspettati e sorprendenti si sono aperti davanti ai loro occhi destando meraviglia, numerose le vicende storiche ma anche di vita quotidiana accadute in questi luoghi nel corso dei secoli, come brillantemente illustrato da Andrea Terzolo. Casa Des Ambrois, cinquecentesca dimora dell’onorevole Louis François Des Ambrois De Nevache, che qui nacque il 30 ottobre 1807, vanta un ottimo stato di conservazione dell’edificio e dei reperti storici custoditi al suo interno. Da segnalare gli archivi della Signoria di Névache e i ritratti degli antenati a partire dal ‘500.

Casa Bermond

Casa Bermond presenta ancora oggi la secentesca struttura di una casa residenziale a uso agricolo tipica dei borghi montani alpini con i suoi elementi decorativi in pietra e la grande scalinata d'accesso alla parte privata dell’abitazione.