Passa il bilancio del comune di Condove, contrarietà del consigliere Bruno Verranno spesi 40 mila euro in progettazione

Il municipio di CondoveIl municipio di Condove

CONDOVE – Tempo di bilanci a Condove. Una sintesi la offre per l’amministrzione il vicesindaco Jacopo Suppo su un blog: “Un documento che ci ha impegnato parecchio nella sua redazione perché, come sempre, abbiamo dovuto tenere insieme i nostri desiderata, il mantenimento dei servizi ad uno standard di livello e la sostenibilità economica, sempre più precaria per via delle minori entrate. Siamo però riusciti a tutelare quanto di buono avevamo fatto ad inizio mandato a livello di tariffe, di ISEE e di sgravi ed esenzioni varie, lasciando invariate le tariffe dei utilizzo dei locali comunali, del trasporto scolastico, l’impegno per la mensa, per l’assistenza specialistica per gli alunni disabili e l’impianto di “welfare” a tutela dei condovesi in difficoltà. 

Abbiamo una diminuzione anche sull’IMU, per motivi prettamente tecnici ma anche perché, con la modifica del PRGC, abbiamo deciso di modificare la destinazione d’uso di alcuni terreni, declassandoli da fabbricabili ad agricoli. Abbiamo iscritto 661 mila euro di fondi fondamentali per la messa in sicurezza della nostra montagna“.

Continua Suppo: “Investiremo sugli edifici comunali, sulla loro manutenzione. 8.000 euro per la caserma dei Carabinieri, 6.000 euro per l’Ambulatorio e 3.500 per il Cinema. La parte più importante sul capitolo investimenti però riguarda il futuro del nostro paese. Abbiamo deciso di investire quasi 40.000 euro in progettazione. Per mettere a posto la scuola di Mocchie, per risolvere i problemi energetici e strutturali del PalaLeccese  e per concorrere ad eventuali bandi per l’edilizia scolastica. Senza progettazione non è possibile partecipare ai bandi che finanziano“.

L’opposizione di Piero Bruno

Lunedi sera è stato approvato il bilancio comunale – scrive il consigliere di minoranza Piero Brunooggi far quadrare un bilancio come quello di Condove non è semplice, ricordiamo che le scelte fatte dall’amministrazione Canuto che impongono al comune un mutuo ricalcolato dalla giunta Listello di circa 399.000euro annui fino al 2030, poi ci sono le spese del personale sui 790.000 euro, le spese sul sociale altro 351.000 euro e la spesa per la raccolta rifiuti interamente pagata dai cittadini.

Dal lato politico ritengo con il mio voto negativo di esprimere perplessità su come sono state investite le risorse disponibili. Manca un progetto per dar lavoro ai giovani, il commercio è allo sbando, alcuni problemi gravi di fognature non vengono presi in considerazione, la tassa raccolta rifiuti non prevede il fatto che se uno è residente a Condove e ha una seconda casa che usa pochi giorni all’anno deve pagare invece di essere esentata dal pagamento. Inoltre riteniamo che il porta a porta deve essere concesso solo a chi ha problemi e questa scelta ridurrebbe la spesa di circa 160 mila euro. Per la sicurezza tutti gli anni chiediamo almeno una cifra a bilancio per un progetto che magari venga finanziato da qualche ente per l’installazione delle telecamere“.