Per viaggiare in compagnia riducendo costi ed emissioni

RIVALTA – Dopo il car sharing parte il carpooling, compreso in un progetto dell’amministrazione comunale presentato a maggio 2015 al concorso dei Comune Virtuosi e premiato dalla giuria. Il servizio del carpooling è basato sull’impiego di un’auto privata per uso collettivo con il fine principale di ridurre i costi del trasporto. Infatti, mentre i conducenti mettono il proprio veicolo a disposizione di coloro che viaggiano negli stessi orari e sullo stesso percorso, i passeggeri accettano di contribuire alle spese. Fino alla fine del 2016, sarà la Società Move Plus a gestire il servizio – denominato Easymove – per i rivaltesi che dovranno rimborsare appunto solo le spese al driver. Un servizio non a scopo di lucro, dunque, che resterà gratuito per sempre per i cittadini che hanno già partecipato agli incontri sull’argomento e si iscriveranno al carpooling  entro il prossimo mese di aprile.  Perciò, un modo economico per  ridurre l’impatto del traffico privato e favorire le forme di trasporto amichevole e di cortesia, che garantirà affidabilità e sicurezza anche attraverso un sistema di data-base certificato e andrà a incrementare l’offerta di trasporto in fasce orarie e zone del comune non servite dai mezzi pubblici. Per usufruire del servizio sarà sufficiente registrarsi sulla piattaforma, a patto che si siano compiuti  18 anni e si abiti a Rivalta o si graviti sul comune per motivi di lavoro, studio e famiglia, scegliendo di essere passeggero o driver di un’auto che può essere anche di un parente ma comunque coperta da assicurazione, oppure autista e passeggero a seconda del bisogno del momento. Una volta iscritti, quando si avrà necessità di un passaggio a esempio per rientrare a Rivalta sarà sufficiente ricercarlo attraverso l’app, pagando poi una parte preventivamente definita del rimborso a chilometro. Se invece si sceglie di essere il driver, si segnalerà il luogo di partenza e di arrivo in modo che chi deve percorrere la stessa strada possa mettersi in contatto e usufruire del passaggio.