Pericolose le fermate del 43 su via San Luigi? Risponde AMP L’Agenzia della Mobilità Piemontese risponde alle osservazioni del Consigliere rivaltese Michele Colaci

RIVALTA – Ogni promessa è debito. A proposito delle osservazioni del consigliere di minoranza e capogruppo dei Moderati rivaltesi Michele Colaci sulla pericolosità delle fermate della linea di pullman 43 su via San Luigi e sul loro eventuale riposizionamento, l’Agenzia della Mobilità Piemontese assicurò – tramite le nostre pagine – lettura e riscontro. Ora la risposta è arrivata e, senza ventilare cambiamenti miracolosi, apre incoraggianti spiragli di collaborazione, anche se ribadisce che l’allestimento delle fermate, compatibilmente con gli spazi disponibili, appare da prima valutazione in linea con quanto nel merito previsto dal vigente Codice della Strada e dal relativo Regolamento Attuativo con particolare riferimento all’art. 352 del Dpr 495/92 e s.m.i. . Le tre coppie di fermate della linea 43 su via San Luigi – rispettivamente all’altezza dei civici 12, 61 e 87 – presentano infatti analoghe caratteristiche  strutturali che sono, dice AMP,  la presenza di una piazzola riservata alla fermata degli autobus al di fuori della carreggiata e raccordata con essa, l’esistenza di una banchina di attesa riservata all’utenza e realizzata con marciapiede o con isola rialzata, la presenza di segnaletica orizzontale e verticale, e la collocazione nelle immediate vicinanze di ciascuna coppia di fermate di un attraversamento pedonale. Detto ciò AMP, se al momento non ritiene opportuno prevedere un riposizionamento delle fermate anche per la sostanziali indisponibilità di spazi alternativi idonei lungo il tratto in oggetto,  si dice però disponibile a svolgere un sopralluogo congiunto di verifica dell’idoneità dei siti interessati, senza escludere che in futuro un riposizionamento sia da prevedere  per le eventuali favorevoli valutazioni in merito fatte dall’Amministrazione territorialmente competente, e cioè il Comune di Rivalta di Torino,   e dal Responsabile di Esercizio della Società concessionaria interessata GTT.