Il Pian del Frais resterà aperto, rinnovato il contratto tra Comune e Frais 2010 La gestione farà capo alla società di Luca Olivero fino al 2018

Il Pian del FraisIl Pian del Frais

CHIOMONTE- PIAN DEL FRAIS – Tanto tuonò che piovve, anzi (speriamo) nevicò. Dopo le dispute e le discussioni in Consiglio Comunale, tra soldi impegnati e futuri, progetti vari, la gestione del Pian del Frais è salva; almeno per un altro anno. L’amministrazione ha deliberato il rinnovo, annuale, della gestione dei suoi delle seggiovie biposto Chiomonte-Frais e Frais-Sauzea.

La Frais 2010 per un altro anno

Sarà sempre la Frais 2010, arrivata all’ennesima stagione invernale con le solite incognite dovute ad altri, a mantenere in piedi una stazione sciistica dalle molte possibilità ma con un difficile programma futuro perchè chiusa in un’incredibile situazione proprietaria fatta da società che ricordano le scatole cinesi, usufrutti, permessi, fallimenti e gestioni stratificate negli anni che cacciano il Frais in un inestricabile labirinto dal quale sembra proprio non voler uscire. Cosa sarà del futuro è difficile, se non impossibile, dire oggi; cosa sarà di questa stagione si. La società di Luca Olivero, uno dei pochi che ha sempre creduto ed investito nel Frais, sarà presente fin da subito per risistemare le strutture, fare manutenzione e preparare al meglio la Stazione sciistica.

Il comune penserà ai costi minimi della gestione

Il comune di Chiomonte darà alla Frais 2010 per la gestione e manutenzione delle seggiovie 25 mila euro. Il minimo affinchè si possa tornare a parlare di assunzioni stagionali, manutenzione e gestione. Così mentre da una parte si arriverà a parte del tesoretto olimpico con la costruzione d’impianti nuovi, dall’altra si recuperano gli spiccioli per dare un segno di continuità. “La cifra è davvero bassa, cercheremo comunque di offrire i servizi che in questi anni hanno qualificato la nostra gestione come corretta e alla portata delle famiglie. – dice Olivero – E’ una stagione interlocutoria e in prospettiva“.