Pian del Frais, sabotati gli impianti

Frais- funi tagliate

La Stazione del Pian del Frais gestita da Frais2010 è stata oggetto nella notte di un incredibile atto di sabotaggio, perpetrato con il solo fine di danneggiare la Società Frais2010 che ha riaperto la stazione dal 2010. Una mano ignota, ma evidentemente esperta e ben pratica del mestiere, ha irreversibilmente danneggiato le funi di acciaio dei due skilift, il Baby Narciso e il Pian Mezdì nei pressi delle stazioni di partenza a fondo pista. Un danno per quasi 100.000 di euro che pone a rischio la stagione invernale e che “casualmente” è avvenuta alla vigilia della annuale visita magnetoscopica cui obbligatoriamente devono essere sottoposte le funi di traino degli impianti. Si ripete quindi quanto accaduto a marzo  2010, quando venne incredibilmente tagliata la fune del Baby, unico impianto rimesso in funzione. I due skilift sono ancora di proprietà della società erede delle Seggiovie di Chiomonte, che oggi fa capo a Marco Cerutti, la cui famiglia ha storicamente condotto la stazione sino alla chiusura del 2006, il cui ramo d’azienda è affittato onerosamente da Luca Olivero per Frais2010, mentre le due seggiovie sono del Comune di Chiomonte. “E’ una azione criminale pazzesca – commenta furioso Luca Olivero – che per danneggiarmi personalmente e mette a rischio la stagione e decine di posti di lavoro, fra quelli della mia società e l’indotto che ne deriva: Un atto vergognoso, vigliacco, fatto da una mente perversa col solo fine di far morire il Pian del Frais. Sappia – chiunque è stato – che non mi arrendo e che andremo sino in fondo a questa vicenda.” La solidarietà a Olivero è partita già sui socialnetwork con l’idea di attivare un fondo di emergenza, ma la vera speranza è che a questa mano ignota sia trovato presto un nome e un cognome. E’ chiaro infatti che le indagini debbano essere orientate in zona, senza andare troppo lontano. Purtroppo gli impianti sono esposti alla pubblica fede. Al Frais i militari della Stazione di Chiomonte e della Compagnia di Susa, guidati direttamente dal Capitano Flavio Pieroni sono al lavoro da stamattina alle 8, quando il personale degli impianti ha scoperto l’accaduto. Le vicissitudini del Pian del Frais non hanno evidentemente mai fine.