“Plano ha tradito il suo mandato. Si dimetta” Il Movimento 5 Stelle prende le distanze dai sindaci

SUSA – La riunione dei sindaci con il ministro Delrio è stata un punto di svolta politico di non poco conto. Le reazioni all’apertura dei sindaci ai lavori della linea ferroviaria ad Alta Velocità, con la richiesta di un tavolo di dialogo, sono arrivate a Plano non solo come sindaco ma anche come rappresentante dell’Unione dei Comuni.  Hanno scritto in modo esplicito i deputati Laura Castelli e Ivan Della Valle del Movimento Cinque Stelle: “Il sindaco di Susa Sandro Plano ha tradito il suo mandato e tutti i valsusini. Si dimetta“. Dalla stessa parte politica, anche Francesca Frediani e Marco Scibona non usano mezze misure: “A nostro avviso nessun dialogo e nessuna pacificazione è possibile se all’eventuale tavolo delle trattative non viene completata l’ipotesi più semplice e di buon senso, ovvero non realizzare l’opera ed investire le risorse per le vere emergenze della valle e del Paese“. Ancora i grillini: “Per quale ragione Plano ha tradito? Per quanto? A cosa serve un ulteriore tavolo o, ancora peggio, un ulteriore osservatorio se il ministro afferma che l’opera non è in discussione? Forse a far sparire più soldi possibili attraverso le compensazioni?”, si chiedono retoricamente i due deputati piemontesi. Una posizione scomoda da cui Plano tenta di uscire dichiarando: “Prendo atto, per l’ennesima, volta che alcuni parlano e scrivono senza la necessaria conoscenza dei fatti prima di esprimere giudizi. Ho incontrato il Ministro con altri 21 Sindaci della Valle di Susa, con i quali abbiamo concordato all’unanimità le tesi da esporre, le richieste e il comunicato stampa che ho pubblicato. Se qualcuno parla di dimissioni, queste dovrebbero riguardare tutti i comuni della Valle“.