A Oulx arriva la facoltà di Architettura del Politecnico di Torino

Il centro storico di AviglianaIl centro storico di Avigliana

OULX – “È uno dei buoni risultati del Laboratorio Alpino che da tre anni a questa parte viene fatto ad Oulx, è una di quelle promesse fatte a Boster 2016 e poi mantenute” dicono da Oulx. Il centro abitato di Oulx sarà il caso studio per gli studenti del corso di laurea in scienze dell’architettura del Politecnico di Torino che dovranno affrontare l’Atelier di composizione e urbanistica.

80 studenti studieranno l’urbanistica di Oulx

L’Atelier, così viene definito il corso di progettazione teorico-pratico all’interno della facoltà di architettura, prevede una intensa attività di studi, analisi e definizione di soluzioni progettuali che interesseranno i circa 80 studenti nel periodo tra marzo e luglio. L’obiettivo finale è la realizzazione di progetti mirati ad alcune aree ritenute interessanti per lo sviluppo della città dai giovani aspiranti architetti. Il materiale prodotto sarà quindi uno sguardo nuovo e giovane, un contributo importante per l’amministrazione da cui può sicuramente attingere per individuare soluzioni progettuali innovative.

La didattica del Politecnico di Torino

Il corso, tenuto dal professor Marco Bosio è stato avviato con l’inizio del secondo periodo didattico e dopo alcune lezioni teoriche vedrà fin da subito gli studenti universitari di Torino immergersi nella realtà di Oulx. Martedì 14 marzo 2017 alle ore 11 è prevista una prima lezione del vicesindaco dottor Terzolo per il primo sopralluogo volto a conoscere e analizzare il tessuto urbano ed edilizio della città. Sono inoltre previsti in futuro momenti di confronto con l’amministrazione comunale per capire assieme le prospettive e gli interventi prioritari per lo sviluppo urbano ed edilizio del centro urbano. Le analisi e i progetti continueranno con un ritmo intenso tra le aule del Politecnico di Torino e le vie di Oulx fino a fine giugno quando gli studenti dovranno dimostrare le loro capacità progettuali e sostenere il tanto temuto esame di fine corso.