L’agente della Polstrada sospeso? Merita premio per avergli salvato la vita Il leader della Lega sottolinea il duro lavoro a cui sono sottoposti gli agenti ogni giorno

Il senegalese in bicicletta in Autostrada ripreso dalla StradaleIl senegalese in bicicletta in Autostrada ripreso dalla Stradale

SUSA – “Io sto con questo Poliziotto! Altro che sospensione, merita in premio per aver evitato morti o feriti“. Così su Facebook il segretario della Lega, Matteo Salvini sul caso del poliziotto della Polstrada della Sottosezione di Susa sospeso per aver pubblicato un video, su un extracomunitario sorpreso mentre percorreva l’autostrada in bicicletta, contenente dei commenti.

Il poliziotto l’ha salvato

I commenti sull’episodio in questi giorni sui social sono stati numerosissimi. “Averlo accompagnato e “scortato” per l’A32 è valso evitare incidenti con chissà quali conseguenze. Dimenticarsi del duro lavoro quotidiano delle Forze dell’Ordine per un commento poco ortodosso vuol dire compiere per primi un reato” scrive un signore di Avigliana. “Non comprendere il duro lavoro della Polizia nella difficile situazione in cui siamo adesso in Italia con continui arrivi di immigrati è pazzesco” risponde un altro di Rubiana.

Hanno alloggio e telefonino

Un commento fa le somme in euro delle spese: “Quel ragazzo che andava in bicicletta riceve un reddito mensile di 900 euro netti al mese, 30 euro al giorno per le spese personali, altri 900 euro vanno a chi li alloggia e 600 euro vanno a coprire le spese assicurative. In totale costa allo Stato 2.400 euro al mese in doppio di quello che guadagna un poliziotto“, ribatte un’altro “Dimentichi l’alloggio o la scheda di 5 euro per il telefonino“. Il clima intono all’episodio, tutt’altro che grave, ha messo a nudo una situazione di nervosismo e sfiducia che i cittadini nutrono in un sistema di accoglienza che da saltuario e provvisorio sembra sempre più quotidiano.