Prelievo multiorgano all’ospedale di Rivoli Donati reni, fegato, cute e cornee

Un trapianto di fegato (Archivio Molinette-Torino)Un trapianto di fegato (Archivio Molinette-Torino)

RIVOLI – Una donazione di organi che ha dato una nuova opportunità di vita a tante persone. Presso l’ospedale di Rivoli, infatti, è stato effettuato un prelievo multi organo grazie alla volontà espressa da un paziente deceduto. A donare gli organi un 76enne di Val della Torre colpito da emorragia celebrale venuto a mancare venerdì 13 ottobre.

Il prelievo

Dopo aver ricevuto il consenso da parte della famiglia del paziente, lunedì 16 ottobre si è riunita la Commissione. A comporla un medico rianimatore, un medico legale e un neurologo che, dopo aver dichiarato la morte celebrale, hanno dato il via alle procedure per l’avvio del prelievo degli organi. Nel corso di tutta la giornata e della notte, gli operatori si sono recati in sala operatoria. “Un ringraziamento sentito e profondo innanzitutto ai familiari, che con il loro assenso hanno permesso di dare corpo alle speranze di più persone in grave difficoltà e in attesa di un organo – ha dichiarato Flavio Boraso, Direttore Generale ASL TO3 -, ma un ringraziamento sentito e profondo  anche a tutto il personale delle equipe di Sala Operatoria e Rianimazione dell’ospedale di Rivoli,  che hanno profuso il loro impegno per portare a termine il prelievo”.  Medici, infermieri, OSS, in collaborazione, per la seconda volta, con le equipe delle Molinette e del CTO hanno prelevato i reni, il fegato, le cornee e parti della cute. Un’operazione che ha dato speranza ad altri pazienti.