Primarie del PD: Renzi primo anche in Valsusa e Rivoli (I VOTI) Antonio Ferrentino: "Una pagina importante di cronaca politica"

Elezioni Partito DemocraticoElezioni Partito Democratico

VALSUSA – L’ex premier Matteo Renzi ha vinto le primarie del Partito Democratico, venendone dunque riconfermato segretario. Secondo i dati  in Valsusa in molti comuni si è registrato un dato di affluenza pari alle elezioni precedenti, in altri c’è stato un calo ma non vistoso.

Avigliana (votanti 271) Renzi 209, Orlando 48, Emiliano 13, bianche 1

Bardonecchia  (votanti 183) Renzi 137, Orlando 29, Emilano 17

Bussoleno  (votanti 152) Renzi 120, Orlando 22, Emiliano 9, bianche 1

Condove (votanti 134) Renzi 84, Orlando 45, Emiliano 4, bianche 1

S.Ambrogio (votanti 74) Renzi 52, Orlando 14, Emiliano 8

S.Antonino (votanti 141) Renzi 86, Orlando 46, Emiliano 9

Susa (votanti 91) Renzi 60, Orlando 23, Emiliano 8

Rivoli (votanti 1.545) Renzi 1172, Orlando 291, Emiliano 77, bianche 5

Gli eletti all’assemblea nazionale

Sono stati eletti nell’assemblea nazionale come delegati: Stefano Lepri, Magda Zanoni, Matteo Ghiotto, Maurizio Piazza, Antonio Garruto, Paola Bragantini, Matteo Vallone e Anna Maria Cutrò. Ha riportato dopo l’esito dei voti la senatrice Magda Zanoni: “Care amiche e cari amici, ottimo risultato per l’elezione di Renzi a Segretario del PD, con una vittoria del 70%. Ottimi anche i dati sull’affluenza: 1,8 milioni i votanti a livello nazionale“. Anche Maurizio Piazza, da Beinasco, scrive: “Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato nel collegio 11 di Rivoli per Orlando segretario e i partecipanti alle primarie che con il loro voto mi hanno permesso di essere eletto all’Assemblea Nazionale del Partito Democratico. Ribadisco che questo è un Partito che offre opportunità anche a persone normalissime come me, nuova esperienza e nuova opportunità di crescita”.

Antonio Ferrentino, consigliere regionale: “In una fase di disaffezione dalla politica e dai partiti avere due milioni di persone che si mettono in coda e versano 2 euro per le spese è una grande apertura di credito per una diversa etica della politica. Meno elettori delle scorse primarie certo, ma è un numero comunque che merita rispetto, così come lo meritano diverse migliaia di volontari che hanno permesso questo partecipazione democratica. Sui social i commenti irriverenti si sprecano, insieme alle accuse più assurde, ma è indubbiamente una bella pagina di buona politica. Anche in Valsusa c’è stata voglia di partecipare e per chi, come me, è stato impegnato come volontario tutta la domenica ha potuto parlare con tante persone che hanno ringraziato i componenti del seggio e hanno versato anche più del contributo spese richiesto. Pur con tutti i suoi limiti il partito democratico ha scritto una pagina importante di cronaca politica“.