“Puliamo il mondo” ad Avigliana grande successo con le scuole Tanti volontari a supporto di Legambiente

Puliamo il mondo Avigliana

AVIGLIANA – “Puliamo il Mondo” è l’edizione italiana di “Clean up the world”, il più grande appuntamento di volontariato nel mondo che, nato a Sidney nel 1989, coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi. Dal 1993 “Legambiente” ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia.

Sabato 23 settembre era presente anche un accompagnatore titolato del CAI per accompagnare uno dei quattro gruppi formatesi per ripulire la città di Avigliana, su un sentiero nuovo di prossima valorizzazione che si unirà alla rete di sentieri già preesistenti sul territorio.

Un’anticipazione della giornata di sabato si è avuta venerdì pomeriggio quando un gruppo di ecovolontari con un nutrito raggruppamento di migranti provenienti da diverse nazioni del Sud Africa, hanno ripulito la scarpata di corso Laghi nella zona compresa tra il Santuario della Madonna dei laghi e il Centro Velico.

Sabato 23 quattro erano i gruppi di studenti della scuola secondaria di primo grado  statale Defendente Ferrari che si sono divisi, seguiti ognuno da uno o più professori.

Come già detto l’ente organizzatore, è Legambiente e il Comune della Città di Avigliana aderisce ogni anno in totale sinergia. L’incontro è stato in piazza del popolo davanti all’ingresso della scuola di cui in oggetto. Presenti per il Comune l’assessore alle politiche ambientali Fiorenza Arisio e il consigliere comunale, uno dei promotori in Avigliana di quest’evento, Arnaldo Reviglio, vi erano inoltre il gruppo degli ecovolontari coordinati da Luciano Balma e le insegnanti della scuola coordinate dal prof. Corrado Mattioli.

Un primo gruppo ha operato al piazzale della posta, in via del Brutto, sulla scarpata dell’ex ospedale e sulla cancellata esterna dell’Istituto tecnico Galilei, un secondo gruppo tra il collegamento pedonale di via Defendente Ferrari e via Norberto Rosa, piazzale dei Caduti, piazza Conte Rosso e zona del Castello. Un terzo gruppo ha ripulito il giardinetto Carlo Grieco, via Tresserve e la zona di piazza del Popolo attigua alla scuola.

L’ultimo gruppo seguito in prima persona da Lodovico Marchisio come accompagnatore del CAI coadiuvato dalle insegnanti Chiara e Diana della terza C, da Arnaldo Reviglio e dai coniugi Gianfranco e Grazia Pertusio, si è spinto fuori dalle mura, nella zona della Cappella di San Rocco, dove un sentiero ancora da valorizzare collegherà questo sito al Dinamitificio Nobel.

“Noi abbiamo fatto transitare la scolaresca sul roccioso sentiero che collega la cappella al prato antistante dove vi era una quantità enorme di rifiuti tra i quali bottiglie di ogni genere, piatti e persino sedie rotte e attrezzi dimessi per “barbecue” qui non autorizzata perché in una zona soggetta ad incendi. Veramente ammirevole l’impegno delle scolaresche e dei loro insegnanti per ripulire tutta la zona in oggetto. Rocambolesca la discesa per uno scivolo terroso atto ad aggirare un cancello chiuso che dovrebbe essere riaperto quando si valorizzerà questo nuovo sentiero perché è collocato fuori da ogni appezzamento privato. Il gruppo si è poi spostato alla palestra naturale di roccia, vanto della città di Avigliana, con più di 40 vie d’arrampicata, dove stata ripulita tutta la zona antistante l’unico cestino per ora esistente, insufficiente a contenere tutti i rifiuti che vengono in esso riversati. Anche qui il Comune ha già provveduto all’installazione di un bagno chimico e presto fornirà il luogo di un adeguato e più capiente cassonetto per raccogliere l’immondizia, visto quanto è frequentata l’ex cava Bertonasso in tutto l’arco dell’anno. Sulla via del ritorno sono anche state ripulite tutte le varie vie d’accesso ai luoghi predetti e all’andata il piazzale della vecchia Chiesa di Santa Maria”

“Puliamo il mondo” si é concluso oggi quando gli allievi guidati dagli insegnanti della Scuola Anna Frank hanno ripulito tutta la zona in località Drubiaglio.