Quando Solomiac era comune Lorenzo Colomb: "L'importanza della nostra storia"

SOLOMIAC

CESANA TORINESE –  La memoria storica è un bene prezioso per una comunità. Un bene che si tramanda di generazione in generazione, nei racconti di famiglia, nello stare insieme. Frammenti di vita quotidiana, di personaggi, ricordi che lo scorrere del tempo rende sempre più sbiaditi e che lo spopolare di antichi centri alpini finisce per cancellare.

Ricordi che sono stati fissati in maniera indelebile nel Cahier n.23 dell’Ecomuseo Colombano Romean intitolato “Souramìa, Courombiera e l’Outanhë. Territorio, storia e toponimi dell’ex comune censuario di Solomiac” di Renato Sibille, presentato sabato 6 febbraio nella biblioteca Comunale di Cesana Torinese “2 Giugno”. Il Sindaco di Cesana Torinese, Lorenzo Colomb, ha sottolineato come usi e costumi delle frazioni rappresentino un punto di partenza per il rispetto e la gestione di un territorio che ha molto da insegnare, ringraziando poi l’autore e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del volume. Sul palco con il primo cittadino, introdotti dal direttore della biblioteca comunale di Cesana, Alessandro Fossato, l’autore Renato Sibille, Nadia Faure in rappresentanza dell’Ente di Gestione delle aree protette delle Alpi Cozie, Massimo Garavelli, Presidente del Consorzio Forestale Alta Valle di Susa, ed Enzo Vayr del CeSDoMeO (Centro Studi e Documentazione della Memoria Orale) di Giaglione.

Esemplare e meticolosa la ricostruzione storica fatta da Renato Sibille, autore del libro realizzato con il contributo del Consorzio Forestale Alta Valle di Susa e del CeSDoMeO di Giaglione, che ha trascorso 9 mesi rinchiuso a sfogliare ed analizzare preziosi documenti custoditi nella Biblioteca 2 Giugno di Cesana Torinese. Fondamentale il team di lavoro formato dal Consorzio Forestale Alta Valle di Susa, dal Comune di Cesana, dall’Ecomuseo Colombano Romean di Salbertrand e dal Ce.S.Do.Me.O. di Giaglione, anche il contributo di diversi personaggi che hanno vissuto i luoghi fornendo testimonianze e ricordi che trovano ampio spazio nelle pagine di questo volume. La chiave della memoria sono i toponimi, collegati al territorio alla storia dell’ex Comune censuario di Solomiac, dal 1929 divenuto frazione di Cesana Torinese. Il volume è disponibile presso la biblioteca di Cesana Torinese e all’Ecomuseo Colombano Romean di Salbertrand. Info: Tel. 0122 854720.

j7e03lw