Raduno delle 500 d’epoca al Sestriere Domenica 30 luglio sulle strade della Valsusa

Le 500 al SestriereLe 500 al Sestriere

SESTRIERE – Domenica 30 luglio, le mitiche FIAT 500 d’epoca (quelle prodotte dal 1957 al 1977) prenderanno parte al Raduno “500 “Jeppino Race Sestriere”. Il raduno è organizzato dal Coordinamento della Valle di Susa del Fiat 500 Club Italia, il più grande club al mondo dedicato alla storica 500.

Il Raduno sarà concomitante con la JeppinoRace, manifestazione sportiva, non competitiva, all’insegna del puro divertimento. Consiste in un duello su discesa sterrata, lunga circa 100 metri con macchinine giocattolo senza freni.

Il programma della giornata

Dalle 8,30 alle 10,30 ritrovo degli equipaggi in Piazza Kandahar a Sestriere per l’iscrizione. I cinquecentisti riceveranno in omaggio la welcome bag, sarà offerto loro il caffè al Ristorante- Bar QB e sarà scattata la foto ricordo. Alle 10,45 – 11,00 partenza per il Grand Tour, che toccherà le seguenti località: Grangesises, con una breve sosta per la consegna di un omaggio floreale; Alpeggio Brusà del Plan per l’aperitivo in un incantevole e incontaminato angolo della Valle Argentera, Sauze di Cesana, Rollieres, Bousson e Cesana Torinese con una ulteriore sosta in Piazza F. G. Sibille per una foto a ricordo dell’evento. Infine rientro a Sestriere ripercorrendo i 10,4 km 4 del tracciato della leggendaria corsa in salita italiana Cesana – Sestriere.

Il pranzo si terrà al Ristorante “Il Barba Sel” di Sestriere

Alle ore 16,30 in Piazza Kandhar è prevista la conclusione del Raduno con le premiazioni alla resenza delle autorità. L’organizzazione si augura che un numeroso pubblico possa prendere parte alla manifestazione, che si svolge nell’ambito dei festeggiamenti per il 60° anniversario dell’inizio della produzione della Fiat 500, la vettura che ha motorizzato gli Italiani. Il Fiat 500 Club Italia, fondato a Garlenda nel 1984, dedicato alla 500 storica progettata da Dante Giacosa nel 1957, è il più grande Club di modello al mondo ed è federato ASI dal 2000. I soci hanno superato quota 21.000 ed il trend è in continuo aumento. Ogni anno sono organizzati centinaia di raduni con gli appassionati di questo autentico mito italiano del quale circolano ancora oltre 450.000 esemplari.

Il Club

Dalla fondazione ad ora, il Club è riuscito a creare un vero e proprio fenomeno di costume, supportato dai sani e preziosi valori che la 500 rappresenta. Basti notare tutti i sorrisi che il passaggio della mitica 500 attrae a sé, suscitando ricordi nei più anziani, e simpatia nei più giovani. Il Club riunisce indistintamente persone di ogni ceto sociale, di ogni età (il 25% dei nostri soci ha meno di 40 anni!) e di ogni luogo (abbiamo soci in Australia, Nuova Zelanda, Cuba, Giappone); ha contribuito ad unificare l’Italia e ancora oggi è sinonimo di uno stile di vita semplice e schietto, proprio come lei. Il Club riunisce gli appassionati in una grande comunità che partecipa e dialoga come provano gli oltre 2000 accessi al giorno al sito e la tiratura della rivista sociale 4PiccoleRuote, bimestrale di 68 pagine a colori, che viene stampata in oltre 160.000 copie all’anno. Fiore all’occhiello è il Museo Multimediale “Dante Giacosa” e Centro di Documentazione per l’Educazione Stradale, sito presso la sede di Garlenda (SV), inaugurato nel 2007 e visitato da migliaia di persone.

L’impegno in campo sociale è stato riconosciuto anche da UNICEF, di cui il  Club è stato nominato nel 2010 Testimonial per la campagna “Vogliamo Zero” come riconoscimento del grande impegno ultradecennale in campo umanitario.