Le raffiche del “Magico Vento” della Valsusa stanotte hanno toccato punte di 130 kilometri/ora La velocità del Foehn registrata dalla centralina di Arpa Piemonte al Rifugio Vaccarone, sotto l'Ambin

Il Rifugio Vaccarone in veste estivaIl Rifugio Vaccarone in veste estiva

GIAGLIONE – Alcuni lo amano, in tanti, i più, lo detestano; è il “Magico Vento Valsusino” che nella sua versione invernale con raffiche di Foehn, spesso a bolle e a oltre i 100 kilometri orari, non risparmia di battere la Valsusa.  Come è noto il  Foehn che interessa le Alpi Occidentali di Valle d’Aosta, il Piemonte, la Lombardia, si attiva quando un fronte freddo o un intenso flusso nord-occidentale o settentrionale, di provenienza nord atlantica o anche artica (o sub-polare) è costretto a valicare l’arco alpino per riversarsi sul bacino dell apianura attraverso le valli.

Questa notte il vento ha picchiato forte da Bardonecchia, a Susa sino ad Avigliana, ma il dato più rilevante lo ha registrato la centralina meteo dell’Arpa Piemonte, localizzata al Rifugio Vaccarone, ai 2.743 metri di quota presso il Lago dell’Agnello , sotto il Massiccio dell’Ambin. Alle tre circa l’anemometro ha registrato raffiche di vento con una punta di 35,7 metri al secondo, pari a 128,52 kilometri all’ora. Le altre centraline del bacino della Dora Riparia, hanno registrato raffiche più moderate, tra i 70 e i 100 kilometri all’ora.

La centralina di Pietrastretta, a Mompantero, presso Susa, alla stesa ora ha rilevato raffiche di 27,4 metri al secondo. “Solo” 98 kilometri orari. Quisquilie…