Due ragazzi del Pascal di Giaveno parteciperanno alle Olimpiadi della Filosofia a Roma Hanno passato brillantemente le selezioni regionali

Gli studenti del Pascal di Giaveno

GIAVENO – Hanno passato brillantemente le selezioni regionali della prova di Filosofia ed hanno vinto il biglietto per Roma; sono due studenti dell’Istituto Pascal di Giaveno. Anche quest’anno così il Pascal, come già successo gli anni passati, andrà a rappresentare il Piemonte in occasione delle finali nazionali delle Olimpiadi di Filosofia. Gli studenti sono stati primi alle selezioni regionali ed hanno raccolto le congratulazioni degli altri allievi che hanno partecipato e ai docenti che hanno aderito all’iniziativa.

Olimpiadi di filosofia

Le Olimpiadi di filosofia sono promosse e finanziate dalla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione e sono gestite, tramite convenzione, da un’istituzione scolastica o un ente aggiudicatario della procedura ordinaria ristretta. Il Comitato istituzionale dei garanti per le Olimpiadi di filosofia e la Società Filosofica Italiana garantiscono dal punto di vista scientifico e didattico l’attuazione dell’iniziativa sia a livello nazionale che internazionale. Il Comitato è presieduto dal Direttore generale della Direzione per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione.

Alle Olimpiadi di filosofia possono partecipare gli studenti e le studentesse del secondo biennio e del quinto anno della scuola superiore di secondo grado, statale e paritaria; delle scuole italiane all’estero, statali e paritarie; delle sezioni italiane presso le scuole straniere e internazionali, comprese le Scuole Europee. La partecipazione alle Olimpiadi di filosofia è gratuita.

Le finalità delle Olimpiadi

Approfondire contenuti filosofici, adottare nuove metodologie didattiche e strumenti informatici nell’insegnamento e all’apprendimento della filosofia confrontarsi con l’insegnamento/apprendimento della filosofia nella realtà scolastica europea ed extraeuropea, vista la partecipazione dell’Italia alle International Philosophy Olympiads (IPO). raccordare scuola, università, enti di ricerca in un rapporto di proficuo scambio di risorse intellettuali e culturali per diffondere, promuovere e valorizzare il pensiero critico e la capacità argomentativa nella formazione dei futuri cittadini.