Tentativo di furto in casa di un’anziana: si spacciava per un’infermiera di Susa Seguita, raggirata e quasi derubata: ma capite le intenzioni, la signora è riuscita a evitare il peggio

Carabinieri (foto archivio)Carabinieri (foto archivio)

SUSA – Seguita, raggirata e quasi derubata nel suo appartamento. È successo questa mattina a un’anziana di Susa che, arrivata sotto casa sua, si è trovata di fronte una signora mai vista prima.

Sono Laura, l’infermiera di Susa. Mi sono da poco trasferita sopra il bar Mignon per avvicinarmi al lavoro“, le ha detto per approcciarsi, “Ci tenevo a salutarti perché è da tanto che non ci vediamo.

La signora anziana, che per questioni di riservatezza chiameremo con il nome di fantasia Paola, ha finto di ricordarsi di lei per educazione. E intanto che parlavano, si sono trovate sul pianerottolo dell’appartamento di Paola.

La signora, dopo averle spiegato che a causa del trasloco aveva spesso imbianchini e gente ambigua in giro per casa, e che aveva paura a lasciare i soldi da lei, ha chiesto a Paola se potesse lasciarli in casa sua. Ma come ha sentito la parola “soldi, l’anziana ha cominciato ad avere sospetti e, nonostante la paura, ha saputo gestire la situazione al meglio.

Inizialmente ha detto che avrebbe potuto metterli in un mobiletto appena all’ingresso dell’appartamento. Insoddisfatta, la truffatrice ha chiesto di metterli “per questioni di sicurezza” insieme ai gioielli e agli oggetti di valore di Paola. Ma le ha spiegato che non possiede niente, e che tutti i suoi averi li hanno i figli, sottolineando che abitano vicino a lei.

Vedendo il via vai della gente sotto casa, capendo che il condominio era abitato e che sarebbe bastato un urlo per allarmare tutti, la signora esce di casa, e Paola chiama immediatamente la figlia, che  avverte subito Polizia Locale e i Carabinieri.

L”identikit della suddetta Laura è quello di una donna elegante, curata, con i capelli chiari a caschetto, che si spaccia per infermiera dell’ospedale di Susa. Una donna apparentemente per bene, di cui sarebbe difficile sospettare. Ma sulle cui tracce si sono messi i militari  della Compagnia di Susa.

Una brutta storia che sarebbe potuta finire molto peggio. Ora i figli continuano ad alternarsi per stare vicini alla propria madre che, nonostante lo spavento, ha mantenuto la lucidità e la tenacia per evitare di essere derubata.