Riapre il Rifugio “Casa Assietta” alla Testa del Mottas Il Parco Alpi Cozie ha affidato la struttura con bando per un triennio al gestore uscente

Casa Assietta (Foto Marco Cicchelli)Casa Assietta (Foto Marco Cicchelli)

SALBERTRAND – L’Ente di Gestione delle Aree protette delle Alpi Cozie ha affidato la gestione del Rifugio alpino, Casa Assietta, intitolato a “Jack Canali” alla ditta di Renzo Baccarani di Baiso (RE), che già aveva gestito in precedenza la struttura localizzata nella ex casa cantoniera provinciale, costruita nel 1890 dal Genio Militare nei pressi del Colle dell’Assietta a 2.527 metri di quota, alla Testa del Mottas, sullo spartiacque tra la Val di Susa e la Val Chisone nel cuore della Strada militare più lunga d’Europa, la SP 173 dell’Assietta.

Il Rifugio  che mette a disposizione degli escursionisti 18 posti-letto e propone una ristorazione legata ai prodotti del territorio. è intitolato alla memoria dell’alpinista lombardo Jack Canali, noto per numerose scalate alle più impervie vette europee e per aver partecipato alla spedizione che, nel 1961, sotto la guida di Riccardo Cassin, compì la prima salita della parete sud del Mount McKinley, in Alaska. Canali perse la vita , il 26 gennaio 1972, a pochi metri dal Colle dell’Assietta, sepolto da una slavina durante un attraversamento sci-alpinistico da Sauze d’Oulx a Sestriere, mentre era alla guida di 17 allievi della scuola di sci da lui diretta.

Il contratto ha una durata di tre stagioni, dal 1°luglio 2016 al 30 settembre 2019.